Lunedì 06 Giugno 2011

Strauss-Kahn/ A breve l'udienza, DSK già in tribunale

New York, 6 giu. (TMNews) - A più di due settimane dal suo rilascio su cauzione, Dominique Strauss-Kahn torna oggi davanti ai giudici per un'udienza tecnica. Salvo sorprese, l'ex direttore del Fmi dovrebbe dichiararsi "non colpevole". Strauss-Kahn ha raggiunto poco prima delle 15 la Corte Suprema della contea di New York, dove alle 15.30 ora italiana (le 9.30 ora locale) inizierà l'udienza. La sessione sarà dedicata alla lettura dei capi d'imputazione (nel diritto americano si chiama 'arraignment'). Il giudice che presiede la Corte, Michael Obus, pronuncerà un testo basato sul verdetto del Gran Giurì che comporta sette accuse, fra cui atti sessuali violenti, tentato stupro e tentato sequestro di persona: reati che negli Usa possono comportare fino a 74 anni di prigione. L'imputato sarà chiamato a rispondere, per sette volte, alle domande della Corte, e per sette volte, seduto al fianco dei suoi difensori - i principi del foro Benjamin Brafman e William Taylor - Strauss Kahn dovrebbe rispondere "not guilty, your Honor", non colpevole. Se dovesse andare diversamente e, cioè, con un colpo di scena DSK dovesse ammettere la propria colpevolezza non ci sarebbe un processo pubblico e l'ex ministro francese potrebbe trattare col giudice la propria pena, che in ogni caso secondo gli esperti non potrebbe scendere sotto i cinque anni di carcere. Ma i difensori dell'ex direttore del Fmi hanno già anticipato che il loro assistito si dichiarerà non colpevole, e quindi nei prossimi mesi si dovrà sottoporre al processo in cui dovrà affrontare la sua presunta vittima, la donna di 32 anni della Guinea che si fa chiamare 'Ophelia', ed è ancora senza un'identità certa come vogliono le norme a protezione di coloro che denunciano stupri e violenze. Visto che il 'grand jury' si è pronunciato dopo aver ascoltato la testimonianza della cameriera del Sofitel di Manhattan, il procuratore capo di New York Cy Vance si è incaricato del caso "lo stato di New York contro Dominique Strauss-Kahn". La presunta vittima comparirà in aula durante il processo come testimone principale a carico. Brafman ha assicurato fin dall'inizio del caso che l'imputato - fino a tre settimane fa candidato socialista in pectore per le presidenziali francesi del 2012 - uscirà dal processo come innocente. "Per il momento non voglio entrare nei dettagli del caso ma sono fiducioso, non penso assolutamente che Strauss-Kahn sia colpevole dei reati che gli si attribuiscono, e posso predire che sarà rilasciato" ha dichiarato l'avvocato in un'intervista trasmessa ieri dall'emittente tv francese M6.

Spr

© riproduzione riservata