Lunedì 06 Giugno 2011

Afghanistan/ Fuori pericolo giovane afgano ferito da carabiniere

Roma, 6 giu. (TMNews) - È fuori pericolo Mohtaudin, il giovane afgano di 24 anni, ferito con un colpo di pistola dal carabiniere Cristiano Congiu, prima che quest'ultimo fosse aggredito e ucciso come ritorsione per il colpo esploso. Lo riferisce in un comunicato PeaceReporter. Secondo il quotidiano on line italiano, il giovane afgano, in cura presso l'ospedale di Emergency del Panshir, ha raccontato un'altra versione dei fatti rispetto a quella resa pubblica dalle fonti dell'Arma dei Carabinieri. "Io ed un mio amico - racconta Mothaudin - stavamo salendo dal bazar alla montagna con un asino carico di cibo. Il sentiero era stretto e dalla montagna al bazar stavano scendendo il carabiniere italiano e una donna. Quando ci siamo incrociati l'asino ha urtato la donna. Ho tentato di spostare l'asino. Immediatamente l'italiano ha tirato fuori la pistola. Quando ho visto l' arma pensavo stesse scherzando... Invece mi ha sparato. Il mio compagno è scappato ed è andato al bazar ad avvisare gli abitanti dell'accaduto. Dopo un po' di tempo sono tornate altre persone che prima hanno picchiato con bastoni e pietre l'italiano, poi gli hanno sparato e se ne sono andati". PeaceReporter riferisce che "tutta la stampa locale racconta la medesima versione, pur non avendo accesso diretto alle informazioni del ferito, ricoverato in ospedale e impossibilitato a comunicare con il mondo esterno. Mohtaudin è stato piantonato dalla polizia solo lo scorso venerdì, quando ancora non erano chiare alla polizia afgana le dinamiche dell'accaduto. Poi, il ragazzo è stato lasciato solo in ospedale, senza che contro di lui sia stata formulata alcuna accusa". PeaceReporter sostiene che "numerosi altri testimoni hanno raccontato che l'italiano e la cittadina statunitense erano andati a visitare le miniere di smeraldi della zona di Khinch, nel Panshir". Per il quotidiano online italiano "rimane senza risposta da parte del ministero della Difesa l'interrogativo della presenza in quella zona del militare e della sua ospite statunitense in visita a una miniera di smeraldi a cinque ore da Kabul".

Red-Bla

© riproduzione riservata