Venerdì 01 Luglio 2011

Rifiuti/Prestigiacomo a De Magistris: Mi aspetto sua gratitudine

Roma, 1 lug. (TMNews) - Elemetto sulla testa per il ministro Pdl dell'Ambiente Stefania Prestgiacomo che ieri ha incassato l'ok del Governo al decreto sui rifiuti seppure in versione ridotta nonotante il voto contrario della Lega, nel rispondere al sindaco di Napoli Luigi de Magistris che ha definito "deludente e pilatesco" il contenuto del provvedimento varato dal Governo. "E' un decreto - ha ribattuto stamani la ministro dell'Amabiente- che contiene norme responsabili ed efficaci" ma soprattutto "è un provvedimento per Napoli" e "quindi dal Sindaco di Napoli mi aspetto gratitudine, perchè è l'ennesima volta che il governo nazionale interviene sulla questione rifiuti". La difesa a spada tratta del decreto rifiuti per Napoli, Prestigiacomo l'ha affidata ad una intervista al quotidiano partenopeo 'il Mattino'. "Ritengo opportuno - ha avvertito la ministro anche in replica a malumori e critiche al dlmanifestate oltre che da de Magistris e opposizioni anche dal Governatore Pdl Caldoro e dai parlamentari campani dello stesso partito- abbandonare in una vicenda così drammatica la polemica politica e attenersi ai fatti. Credo che le reazioni più equilibrate diano atto al governo di avere fatto tutto ciò che era necessario. Il Governo ha tenuto fede ai suoi impegni per la Campania e per Napoli: questo è ciò che conta. La Lega ha confermato le sue perplessità ma ha prevalso il senso di responsabilità. L'intervento era non rinviabile e necessario. Le misure adottate aiuteranno a superare le attuali criticità. Poi spetterà alle istituzioni campane, che saranno sostenute dal governo con il massimo dell'impegno, lasciarsi alle spalle una inefficienza che dura da anni". Il primo passo, però, è che ora Lega e Regioni non ostacolino nell'immediato il trasferimento dei rifiuti che hanno seppellito Napoli fuori dalla Campania. "Non credo che in Italia - ha affermato in proposito Prestigiacomo- mancherà la solidarietà necessaria che si è manifestata anche nel èpiù recenete passato".

Tor

© riproduzione riservata