Venerdì 01 Luglio 2011

Musica/ Aaron Carter: Droga e vino da Michael Jackson a 15 anni

Milano, 1 lug. (TMNews) - A due anni dalla sua morte, Michael Jackson continua a fare parlare di se'. Nonostante le numerose accuse di pedofilia nei suoi confronti siano decadute, l'ex re del pop è spesso al centro di racconti e vicende controverse. Le ultime rivelazioni scioccanti arrivano dalle parole di Aaron Carter, 24 anni, ad "Ok Magazine". Il fratello del più celebre Nick Carter, leader della boyband Backstreet Boys, e autore di sette album rap e Hip Hop pubblicati dal 1997 al 2005 ha parlato di incontri con Jacko a base di vino e cocaina. Aaron ha avuto una carriera da bambino prodigio ed ha sempre avuto un rapporto speciale con l'ex re del pop. Solo ora pero', a 24 anni, ha voluto raccontarne i dettagli: "Non ne avevo mai parlato prima, questa e' la prima volta. Si, mi manca Michael, ho trascorso momenti incredibili con lui. Ho fatto cose speciali, ma ho avuto anche qualche problema per quello che lui ha fatto a me. Mi ha dato del vino - aggiunge Carter - Avrei potuto rifiutare, ma avevo solo quindici anni". Non solo alcolici, il giovane Aaron parla anche di droga. "Mi ha dato della cocaina - continua -. Mi sono sentito molto strano per questo ed altre cose. Dopo ne abbiamo parlato, ore ed ore, al telefono. Ho ammirato Michael, ma il suo comportamento mi ha disturbato molto. Poi mia madre ha chiamato la polizia". Spt

Spt

© riproduzione riservata