Martedì 09 Agosto 2011

Salute/ Studio Usa: chi fuma di mattina è più esposto al cancro

Roma, 9 ago. (TMNews) - Chi si accende una sigaretta dopo essersi alzato al mattino ha più probabilità di contrarre un cancro rispetto a chi lo fa più avanti nella giornata. E' quanto emerge da uno studio di alcuni ricercatori statunitensi. Un'inchiesta effettuata su oltre 7mila fumatori, 7.610 per la precisione, e pubblicata sul giornale Cancer ha sostenuto che l'effetto sia indipendente da altri abitudini sul fumo. Accendersi una 'bionda' nei primi trenta minuti dopo essersi svegliati raddoppia quasi il rischio, già alto, di tumore aim polmoni. Chi ha questa abitudine, secondo Cancer Research UK, potrebbe inalare più fumo ai polmoni. I ricercatori del Penn State College negli Stati Uniti hanno esaminato 4.776 fumatori malati di cancro ai polmoni e 2.835 fumatori non affetti da malattie. Hanno mostrato che i pazienti che fumano nei primi trenta minuti dopo essersi svegliati hanno il 79 per cento di probabilità in più di aver sviluppato un tumore rispetto a quelli che aspettano almeno un'ora. I ricercatori hanno evidenziato che l'effetto "del momento della prima sigaretta" era presente anche dopo la correzione statistica di altri fattori come il numero di bionde accese in un giorno.

Fco

© riproduzione riservata