Martedì 09 Agosto 2011

Torna il pirata Morgan, scoperto relitto di sua nave ammiraglia

Roma, 9 ago. (TMNews) - "Satisfaction", prima ancora che una canzone degli Stones, fu il nome della nave ammiraglia del pirata Morgan, terrore dei mari del XVII secolo: gli archeologi marini della Texas State University ritengono di averne localizzato il relitto al largo delle coste di Panama, dove affondò nel 1671. Come riporta il quotidiano britannico The Daily Telegraph, il relitto contiene numerose casse e forzieri, e sembra corrispondere per età e forma a una delle cinque navi che Morgan perse nella zona dopo aver assalito e saccheggiato la colonia spagnola di Panama (azione per la quale non è chiaro se avesse ricevuto il via libera da Londra); ogni eventuale reperto rimarrà di proprietà del governo di Panama. Gallese di nascita, Henry Morgan si diede con entusiasmo pari al successo alla pirateria, tanto da ricevere la lettera di corsa nel 1659; dopo la firma del trattato di pace con la Spagna il corsaro venne arrestato e condotto a Londra, una evidente misura diplomatica perché dopo appena un anno era non solo di nuovo in libertà, ma vicegovernatore della Giamaica. Dopo aver ricevuto l'incarico di reprimere la pirateria, diventata ormai più di ingombro che di utilità per la Corona britannica, Morgan iniziò a catturare molti ex compagni di avventure, guadagnandosi la nomina a governatore nel 1680, incarico che ricoprì per tre anni prima di essere allontanato dalla carriera politica; morì - per cirrosi epatica - nel 1688 e il cimitero dove venne sepolto, colpito da un uragano, si trova attualmente soto il livello del mare.

Mgi

© riproduzione riservata