Domenica 13 Novembre 2011

Siria/ Arabia saudita condanna saccheggio ambasciata a Damasco

Roma, 13 nov. (TMNews) - L'Arabia Saudita condanna duramente il saccheggio della sua ambasciata a Damasco da parte dei manifestanti - fedeli al regime di Assad - che protestavano contro la sospensione della Siria dall'organizzazione. "Il governo dell'Arabia Saudita denuncia con estrema forza il saccheggio questo incidente e ritiene le autorità siriane responsabili della protezione di tutti gli interessi sauditi in Siria", dichiara un responsabile del ministero degli Esteri, secondo l'agenzia ufficiale Spa. "Le forze siriane non hanno preso - continua il responsabile - misure necessarie per impedire ai manifestanti" di assaltare la sede diplomatica. Ieri sera un gruppo di manifestanti pro-Assad ha attaccato e saccheggiato l'ambasciata saudita in segno di protesta contro la decisione della Lega araba di sospendere la Siria. I dimostranti si sono introdotti nei locali della cancelleria, distruggendo le finestre e saccheggiando quello che c'era all'interno", ha indicato l'agenzia. Nella serata di ieri centinaia di manifestanti si sono riuniti anche davanti all'Ambasciata del Qatar, sventolando bandiere siriane e ritratti del presidente Bashar al Assad, e scandendo slogan di sostegno al presidente. Alcuni di loro sono saliti sul tetto della sede diplomatica e hanno sostituito la bandiera del Qatar con quella della Siria. Gli agenti di sicurezza hanno usato gas lacrimogeni, secondo quanto riferito da un fotografo della France Presse. (fonte Afp)

Orm/Mos/Plg

© riproduzione riservata