Domenica 13 Novembre 2011

Papa: Ogni uomo ha una missione, da stolti sprecare i talenti

Roma, 13 nov. (TMNews) - "La carità è il bene fondamentale che nessuno può mancare di mettere a frutto e senza il quale ogni altro dono è vano. Se Gesù ci ha amato al punto da dare la sua vita per noi, come potremmo non amare Dio con tutto noi stessi e amarci di vero cuore gli uni gli altri?. Solo praticando la carità, anche noi potremo prendere parte alla gioia del nostro Signore". Lo ha sottolineato, fra l'altro, Papa Benedetto XVI nel corso dell'Angelus domenicale, invitando a riflettere sul significato della celebre parabola evangelica dei talenti. "Dio - ha evidenziato il Pontefice- chiama ogni uomo alla vita e gli consegna dei talenti, affidandogli nel contempo una missione da compiere. Sarebbe da stolti pensare che questi doni siano dovuti, così come rinunciare ad impiegarli sarebbe un venir meno allo scopo della propria esistenza". Inoltre, "commentando questa pagina evangelica - ha ricordato papa Ratzinger- san Gregorio Magno ha notato che a nessuno il Signore fa mancare il dono della sua carità, dell'amore". Ed allora "cari fratelli - ha concluso il Papa- accogliamo l'invito alla vigilanza, a cui più volte ci richiamano le Scritture" perchè "essa è l'atteggiamento di chi sa che il Signore ritornerà e vorrà vedere in noi i frutti del suo amore". E che "la Vergine Maria ci sia maestra di operosa e gioiosa vigilanza nel cammino verso l'incontro con Dio".

Tor

© riproduzione riservata