Mercoledì 23 Novembre 2011

Crisi/ Piano di Bruxelles per rafforzare controlli sui bilanci

Bruxelles, 23 nov. (TMNews) - La Commissione europea proporrà oggi di rafforzare i controlli sui bilanci dei paesi della zona euro. Stando al documento che sarà presentato oggi in concomitanza con quello sull'emissione degli eurobond, si prevedono misure che consentano alla Commissione europea di esaminare le leggi di bilancio prima che vengano discusse dai Parlamenti nazionali. Il progetto andrebbe a rafforzare le misure adottate di recente dall'Ue per rafforzare la disciplina di bilancio, con la possibilità di imporre sanzioni ai Paesi più lassisti. Se il piano verrà approvato, tutti i Paesi della zona euro dovranno presentare le loro leggi di bilancio alla Commissione e all'Eurogruppo l'autunno precedente l'approvazione del bilancio; la Commissione e l'Eurogruppo potranno così valutarli prima della loro entrata in vigore e Bruxelles potrà chiedere che vengano riviste se risulteranno non conformi al Patto di stabilità e di crescita. I bilanci nazionali dovranno anche essere elaborati alla luce delle previsioni fatte da organismi indipendenti. Secondo il documento, visionato dalla France presse, gli Stati posti sotto controllo per deficit eccessivo dovranno riferire con regolarità alla Commissione sulle misure che da attuare per farvi fronte e Bruxelles potrà imporre "seconde letture" ai Parlamenti o anche emendamenti, se necessario. Il massimo grado di controllo, prossimo alla tutela, è previsto per gli Stati più fragili della zona euro, sottoposti a un programma di assistenza esterna, come oggi Grecia, Portogallo o Irlanda, o quelli che presentano gravi rischi di instabilità finanziaria: questi Stati saranno posti sotto "stretta sorveglianza della Commissione, in collaborazione con la Banca centrale europea". (fonte Afp)

Sim

© riproduzione riservata