Giovedì 01 Dicembre 2011

Egitto/ Scrutinio a rilento, Fratelli Musulmani: primi con 40%

Il Cairo, 1 dic. (TMNews) - Procede a rilento lo scrutinio del voto in Egitto, dove è slittato di qualche ora l'annuncio dei risultati della prima tornata delle elezioni legislative. Ma secondo i dati parziali filtrati finora, il Partito della libertà e della giustizia (Plg) dell'influente movimento dei Fratelli musulmani avrebbe ottenuto il 40% dei voti nel corso del primo turno delle elezioni legislative in Egitto. Ad affermarlo è stata ieri sera la stessa formazione politica in un comunicato. "I primi risultati ottenuti nella maggior parte dei seggi mostrano che il Partito della libertà e della giustizia è in testa con oltre il 40% delle preferenze", seguito dal partito salafista Al Nour (fondamentalista musulmano) e dal Blocco egiziano, coalizione di partiti laici, si legge su nella nota del Plg. Se questi risultati dovessero essere confermati alle prossimi appuntamenti elettorali, i Fratelli musulmani diventeranno la prima forza politica in Egitto, dopo essere stati considerati fuori legge e osteggiati per decenni sotto il presidente destituito Hosni Mubarak. Il Partito ha annunciato che numerosi suoi candidati sono stati eletti al primo turno e che molti altri dovranno affrontare un ballottaggio, con ottime chance di uscirne vincitori. D'altra parte, gli elettori sembrano invece aver deciso di infliggere una dura punizione agli ex esponenti del Partito nazionale democratico dell'ex presidente Hosni Mubarak, che si sono ricandidati come indipendenti. Il voto di lunedì e martedì riguardava il primo turno in un terzo dei 27 governatorati del Paese, tra cui quelli del Cairo e di Alessandria, i più popolosi; tra una settimana si terrà il ballottaggio mentre le altre date per i primi turni delle politiche sono il 14 dicembre e il 3 gennaio, con i relativi ballottaggi a distanza di sette giorni.

Coa/Bla

© riproduzione riservata