Giovedì 01 Dicembre 2011

Scienza/ Scoperti meccanismi cerebrali profondi del linguaggio

Roma, 1 dic. (TMNews) - Un gruppo internazionale di ricercatori provenienti dall'Università dell'Arizona di Tucson, dall'Università della California di San Francisco (Usa) e dall'Istituto Scientifico San Raffaele di Milano ha dimostrato per la prima volta che il cervello usa due aree distinte della materia bianca - l'insieme delle fibre nervose che connettono le diverse zone del cervello - per capire le parole e per produrre le frasi. Lo ha annunciato la rivista "Neuron" illustrando nel dettaglio gli esperimenti condotti dai ricercatori su un gruppo di 15 uomini e 12 donne di 66 anni di età media affetti da disturbi neurodegenerativi che compromettono la capacità di esprimersi. Attraverso test sul linguaggio e sofisticate tecniche di imaging cerebrale gli autori hanno dimostrato che lesioni alla materia bianca posta al di sotto della regione del cervello che controlla il linguaggio fanno dimenticare i nomi delle cose e i significati delle parole, ma non impediscono di costruire frasi di senso compiuto. Viceversa, danni alla materia bianca posta al di sopra della stessa regione del cervello permettono di capire le parole, ma impediscono di comprendere il significato delle frasi.

Noe

© riproduzione riservata