Domenica 04 Dicembre 2011

Lega/ Riapre oggi parlamento Padania, obiettivo è indipendenza

Milano, 4 dic. (TMNews) - Da sola, dura e indipendentista. Rinasce oggi in Veneto la nuova edizione della Lega d'opposizione, con strategie, obiettivi e alleanze da definire nello scacchiere politico post Berlusconi. A quasi cinque anni dal febbraio 2007, ultimo incontro del Parlamento padano, e a quattordici dalla prima riunione, avvenuta il 9 novembre 1997, anche allora con la Lega all'opposizione, Bossi torna a convocare l'Assise padana nei padiglioni della Fiera di Vicenza, dove sono attesi i parlamentari nazionali ed europei, i consiglieri regionali, i sindaci, i presidenti di provincia. Ingresso libero anche per i militanti doc, quelli con tessera Som, socio ordinario militante. Alla riunione del Parlamento Padano, che finora ha ripreso vita o è evaporato a seconda se la Lega si trovava all'opposizione o al governo, "c'è una pagina bianca su cui cominciamo a scrivere il futuro della Lega e delle alleanze", ha spiegato Roberto Maroni nei giorni scorsi, ribadendo, più volte, che la Lega del dopo Cavaliere andrà in solitario: "Oggi come oggi la Lega andrà da sola dove si vota - ha chiarito venerdi - La Lega andrà da sola ovunque, perché l'alleanza con il Pdl è finita". L'obiettivo principale, messo in stand-by, per ora, il progetto federalista, è di nuovo l'indipendenza. Lo ha fatto capire Roberto Calderoli ieri sulla Padania: "Penso che la Lega le abbia provate davvero tutte per favorire il cambiamento in Italia. Abbiamo mostrato prudenza, saggezza, equilibrio. Ma se nemmeno questo è servito è giusto percorrere altre strade". Per esempio? Per Calderoli il potere costituente deve tornare anche "nelle mani dei cittadini". L'ex ministro per la Semplificazione, che si dice "disilluso sulla possibilità di arrivare alle riforme per via ordinaria", ha osservato che "Questo parlamento sarà un laboratorio di idee, progetti e proposte per dare voce a un nord che ha sempre meno".

Mda

© riproduzione riservata