Venerdì 09 Dicembre 2011

Musica/ Ringo Starr ricorda John Lennon nel giorno della morte

Milano, 9 dic. (TMNews) - Mentre quest'oggi a Strawberry Fields una folla si è già riunita per ricordare John Lennon, che moriva esattamente 31 anni fa davanti all'ingresso del Dakota Building di Manhattan, ucciso da un colpo di pistola sparato da uno squilibrato, l'ex Beatles Ringo Starr lo ha ricordato lanciando ieri a Londra la sua personale invettiva contro chi fa uso di armi. Ricordando l'amico di sempre ucciso, Ringo Starr ha chiesto più fermezza e severità nei confronti di chi possiede armi, e ha svelato una scultura da lui stesso realizzata, raffigurante una pistola psichedelica con la canna annodata. "Aumentano sempre più le persone che possiedono pistole. Spero che i giovani la smettano di acquistare armi", ha sentenziato l'ex Beatles, che ha poi ricordato il momento in cui venne a sapere della morte di Lennon. "Il mio figliastro mi ha chiamato dicendo 'è successo qualcosa a John'. E la prima cosa che pensi non è 'l'hanno ucciso' - rivela Ringo Starr -. Poi mi hanno chiamato una seconda volta e mi hanno detto 'John è stato ucciso, gli hanno sparato ed è morto'. Non sapevo cosa fare. Non riuscivo a crederci. Ma era successo".

Spt

© riproduzione riservata