Martedì 13 Dicembre 2011

Fisica/ Oggi prime risposte su esistenza "particella di Dio"

Roma, 13 dic. (TMNews) - L'enigma relativo all'esistenza del "bosone di Higgs", il "Santo Graal" della fisica delle particelle elementari, potrebbe avere una prima riposta oggi, quando i fisici del Cern di Ginevra renderanno noto il rapporto sull'andamento delle ricerche. Rapporto che, come riporta il quotidiano statunitense The New York Times, arriva in un momento in cui secondo alcune voci i team dei ricercatori al lavoro sul Large Hadron Collider (Lhc) del Cern avrebbero ottenuto dei risultati assai incoraggianti. In ogni caso gli esperimenti in corso dovrebbero riuscire o a scoprire o a confutare l'esistenza della particella entro la fine del 2012. Obiettivo a lungo termine dei ricercatori del Cern è infatti quello di verificare l'esistenza delle particelle supersimmetriche e delle dimensioni nascoste previste dalla teoria delle stringhe, oltre a comprendere meglio l'esatta natura della materia ed energia "oscure" che costituiscono gran parte della massa dell'Universo; soprattutto, dovrebbe essere finalmente prodotto il "bosone di Higgs", l'ultima particella prevista dal modello standard della fisica quantistica ancora da scoprire. Ribattezzata "particella di Dio", sarebbe all'origine della manifestazione della massa (e quindi, di riflesso, della gravità) e la conferma della sua esistenza potrebbe far compiere passi avanti nelle Teorie di Unificazione, verificate per le forze nucleari ed elettromagnetiche ma dalle quali la gravità rimane ancora esclusa. (con fonte Afp)

Mgi

© riproduzione riservata