Sabato 23 Maggio 2009

Nuova influenza, sono 19 i casi sinora accertati in Italia

Roma, 23 mag. (Apcom) - In Italia sono 19 i casi confermati di nuova influenza umana A/H1N1. Lo rende noto il ministero del Lavoro, della Salute e delle politiche sociali. L'Istituto superiore di sanità ha confermato oggi un altro caso, il diciannovesimo in Italia, di positività alla nuova influenza umana A/H1N1: si tratta di una donna di 25 anni rientrata a Milano il 18 maggio scorso da un viaggio a Chicago, negli Stati Uniti, con un volo indiretto. Il 20 maggio, accusando sintomi influenzali, la donna si è recata in ospedale dove è stata visitata e trattata. Attualmente si trova in isolamento domiciliare presso la propria abitazione e sta bene. I suoi 'contatti stretti'. tre familiari e due amici con cui ha viaggiato, sono già stati rintracciati e posti sotto sorveglianza. Il ministero della Salute sottolinea che questo caso non ha alcuna connessione con i recenti casi degli studenti di due istituti scolastici romani risultati positivi all'influenza A/H1N1 al ritorno da un viaggio educativo a New York. Ecco i casi sinora registrati in Italia, con la cronologia. 2 maggio: 1 caso confermato in Toscana 3 maggio: 1 caso confermato nel Lazio 4 maggio: 2 casi confermati nel Lazio 5 maggio: 1 caso confermato in Toscana 8 maggio: 2 casi confermati in Lombardia 8 maggio: 1 caso confermato nel Lazio 9 maggio: 1 caso confermato nel Lazio 20 maggio: 1 caso confermato in Friuli Venezia Giulia 21 maggio: 4 casi confermati nel Lazio 22 maggio: 4 casi confermati nel Lazio 23 maggio: 1 caso confermato in Lombardia A livello internazionale i casi confermati di nuova influenza A/H1N1 secondo l`Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) e il Center of Disease Control (CDC) di Atlanta sono complessivamente 12.027 e i decessi sono 86. In particolare: Messico: 3.892 casi confermati e 75 decessi Stati Uniti: 6.552 casi confermati e 9 decessi Canada: 719 casi confermati e 1 decesso Costa Rica: 20 casi confermati e 1 decesso Argentina: 1 caso confermato e nessun decesso Australia: 12 casi confermati e nessun decesso Austria: 1 caso confermato e nessun decesso Belgio: 7 casi confermati e nessun decesso Brasile: 8 casi confermati e nessun decesso Cile: 24 casi confermati e nessun decesso Cina:11 casi confermati e nessun decesso Colombia: 12 casi confermati e nessun decesso Cuba:4 casi confermati e nessun decesso Danimarca: 1 caso confermato e nessun decesso Ecuador: 8 casi confermati e nessun decesso El Salvador: 6 casi confermati e nessun decesso Finlandia: 2 casi confermati e nessun decesso Francia: 16 casi confermati e nessun decesso Germania: 17 casi confermati e nessun decesso Giappone: 294 casi confermati e nessun decesso Grecia: 1 caso confermato e nessun decesso Guatemala: 4 casi confermati e nessun decesso India: 1 caso confermato e nessun decesso Irlanda: 1 caso confermato e nessun decesso Israele: 7 casi confermati e nessun decesso Italia: 19 casi confermati e nessun decesso Malesia: 2 casi confermati e nessun decesso Norvegia: 4 casi confermati e nessun decesso Nuova Zelanda: 9 casi confermati e nessun decesso Olanda: 3 casi confermati e nessun decesso Panama: 76 casi confermati e nessun decesso Perù: 5 casi confermati e nessun decesso Polonia: 2 casi confermati e nessun decesso Portogallo: 1 caso confermato e nessun decesso Regno Unito: 117 casi confermati e nessun decesso Repubblica Coreana: 3 casi confermati e nessun decesso Spagna: 126 casi confermati e nessun decesso Svezia: 3 casi confermati e nessun decesso Svizzera: 2 casi confermati e nessun decesso Thailandia: 2 casi confermati e nessun decesso Turchia: 2 casi confermati e nessun decesso Per quanto riguarda la situazione delle scorte di antivirali nel nostro Paese il ministero sottolinea che: presso il Ministero sono stoccate quaranta milioni di dosi di farmaci antivirali. Più precisamente sono disponibili circa dieci milioni di dosi di farmaco Zanamivir (Relenza) e 60mila dosi di farmaco Oseltamivir (Tamiflu) pronte per l`assunzione. Sono inoltre disponibili circa 30 milioni di dosi di Tamiflu sotto forma di polvere, per l`incapsulamento della quale è stato dato mandato all`Istituto Chimico Farmaceutico Militare di Firenze che provvederà all`incapsulamento di 70.000 dosi giornaliere. Tale polvere, comunque, può essere assunta, in estrema emergenza, in soluzione liquida. L`Italia dispone di un preciso Piano concordato con gli altri Stati dell`Unione Europea di preparazione e risposta ad un`eventuale pandemia influenzale.

Cep

© riproduzione riservata