Martedì 26 Maggio 2009

Caldo; Domani ancora 5 città a rischio ma arriva il clima fresco

Roma, 26 mag. (Apcom) - L'estate fa un passo indietro e si riaffaccia la primavera. E con l'arrivo dei primi temporali al nord, diminuisce sensibilmente il rischio ondate di calore in tutta Italia. Dalle 14 città con livello di allerta massimo (il rosso), previste per oggi, si passerà nel giro di due giorni a una situazione decisamente più tranquilla sul fronte del caldo (18 città a livello zero), con Roma e Reggio Calabria che, comunque, resteranno capoluoghi a rischio, con temperature tra 31 e 33 gradi per giovedì, circa sei gradi in più rispetto alla media del periodo. Per domani, secondo il sistema di prevenzione della protezione civile che monitora 27 città, saranno 5 le città a maggior rischio per gli effetti del caldo sulla popolazione: Catania, Latina, Messina, Reggio Calabria e Roma. Resteranno comunque elevati (livello due, arancione) i valori di rischio a Palermo e Bari, con 32 gradi di temperatura massima percepita. Il brusco calo delle temperature, di circa 6-8 gradi, è atteso per domani. Anche se già da oggi sono attesi i primi temporali localmente intensi sulle zone alpine e prealpine, specie nel Piemonte settentrionale e in Lombardia. Domani al nord potrebbe piovere anche intensamente su Alpi e Prealpi, in estensione alle altre regioni dell'Italia centrale: Toscana, Umbria e Marche. Nuvoloso anche su Abruzzo e Molise, dove sono previsti locali rovesci pomeridiani. Un deciso cambiamento del clima, quindi, e un ritorno temperature primaverili, dopo più di una settimana di caldo estivo, che interesserà anche il sud Italia, grazie ai venti di maestrale che già da stasera soffieranno forti su Sardegna e Sicilia. Possibili piogge sugli appennini calabro lucani domani pomeriggio e in serata. Agitato il mare di Sardegna, mossi gli altri mari, con moto ondoso in aumento sull'Adriatico. Giovedì il cielo sarà nuvoloso al sud e sul medio versante adriatico con piogge sparse, localmente a carattere di rovescio, più frequenti sulle zone appenniniche delle regioni meridionali; dal pomeriggio miglioramento sul medio versante adriatico. Sul resto d'Italia previsti piovaschi o rovesci, sulle regioni nord-orientali, lungo la dorsale appenninica e sul Lazio. Venerdì, la protezione civile prevede tempo debolmente perturbato su Puglia, Calabria e Sicilia con isolati piovaschi o brevi rovesci. Da poco a parzialmente nuvoloso altrove, ma con nubi in arrivo verso le regioni nord-orientali e, di seguito, su gran parte delle regioni centrali, specie quelle adriatiche con locali piogge o temporali.

Gtz

© riproduzione riservata