Martedì 16 Giugno 2009

L'Estate Romana mira alla luna e ospita rock star internazionale

Roma, 16 giu. (Apcom) - Con 650 eventi in 154 manifestazioni l'Estate Romana punta ad un'offerta variegata, non relegata al centro della Capitale ma che si dirami verso le periferie, rivolta anche ai turisti e che tenga conto delle tradizioni per avere un futuro con basi solide. La storica manifestazione mira alla luna nel 40esimo anniversario della sua conquista, ospitando anche una rock star internazionale di cui è ancora ignoto il nome, cambia il logo e avvia un bando biennale. "La materia è estremamente vasta - ha dichiarato oggi in conferenza stampa l'assessore alle politiche culturali e della comunicazione del Comune di Roma Umberto Croppi - da questa edizione abbiamo creato una griglia rigida, individuando undici manifestazioni che riteniamo 'istituzioni' storiche di Roma Estate e che non avranno più bisogno di partecipare al bando. Per tutte le altre il bando è biennale: ovvero non sarà più a maggio ma a ottobre e avrà validità anche nell'edizione successiva. Di 450 progetti presentati, sono 56 quelli finanziati, 39 quelli cofinanziati con i municipi e 20 quelli patrocinati. Mediamente chi sarà a Roma potrà scegliere tra almeno 20 proposte diverse. C'è inoltre un nuovo marchio della manifestazione, che riprende la girandola michelangiolesca, ovvero la pianta della piazza del Campidoglio". Tradizione e futuro si incontrano in questa edizione dell'Estate Romana. "Il 20 luglio ricorrono i 40 anni dalla discesa dell'uomo sulla luna - ha proseguito Croppi - un evento che ha segnato la storia del mondo e che vogliamo ricordare attraverso una rassegna allIndia 'Urania, stregati dalla Luna nella Città delle storie disabitate', tre giorni di iniziative dedicate ai più piccoli a Villa Borghese, la rassegna degli astrofili al Plinio e il 20 luglio l'evento speciale a Piazza del Popolo, con la riproposizione della telecronaca in diretta e la chiusura affidata ad una rock star internazionale e legata alle suggestioni della luna che comunicheremo più in là. Centrale in questa edizione saranno le tradizioni, come la Festa di San Giovanni e la Girandola a Castel Sant'Angelo in occasione di San Pietro e Paolo". Un intoppo si registra per il 'Gay Village' che, a pochi giorni dall'apertura non ha ancora una sede. A bloccare l'allestimento della manifestazione è un decreto attuativo della Soprintendenza statale dei Beni Architettonici e del Paesaggio sui Parchi dell'Eur. "Stiamo individuando una nuova location - ha assicurato Croppi - il Gay Village si farà, ma forse con modalità diverse di svolgimento". Le undici manifestazioni istituzionalizzate sono: 'Villa Celimontana Jazz Festival', 'All'ombra del Colosseo', 'Roma incontra il mondo', 'Il Cinema attraverso i grandi festival', 'Festa europea della Musica', 'I concerti nel parco', 'Invito alla danza', 'La città in tasca', 'I solisti del teatro', 'Le Vie dei Festival' e 'Romapoesia'. Obiettivo dell'Estate Romana non è solo attrarre romani, ma puntare agli stranieri. "Noi vogliamo far capire che essere a Roma nei tre mesi estivi - ha sottolineato Croppi - può essere un'esperienza emozionante. Accanto a iniziative tradizionali promosse da istituzioni culturali come il Teatro dell'Opera a Caracalla, dall'Auditorium con 'Luglio suona bene', 'Festival Mediterraneo' e 'Lezioni di storia in Campidoglio', ci saranno 'Roma si Libra', 'Biblioteche fuori di sè', le star della musica il 20 giugno in concerto all'Olimpico per l'Abruzzo, il concerto di Bruce Springsteen e la 'Festa della Musica' che verrà chiusa il 21 giugno da Marco Carta a Piazza di Siena". Le iniziative cercano di coninvolgere tutti i Municipi romani, da Ponte di Nona al Pigneto, da Tor Tre Teste a Montesacro. "Questo cartellone di fatto si avvia ad un'approccio rivoluzionario dell'Estate Romana - ha commentato il presidente della Commissione Cultura Federico Mollicone - l'Estate Romana diventa l'Estate dei romani e coinvolge la periferia reiscoprendo anche le tradizioni popolari. Per i Musei inoltre, 'Roma in scena' è una nuova offerta che, accanto alle altre, mira a creare nuovi circuiti culturali". A chiudere in Campidoglio la presentazione dell'evento è stato il sindaco di Roma Gianni Alemanno. "Tre elementi caratterizzano questa nuova edizione - ha specificato il sindaco - una maggiore sistematicità nei bandi e nella selezione, la valorizzazione di manifestazioni storiche, per fare in modo che le novità abbiano sempre radici solide, è la distribuzione territoriale, ovvero la volontà di spostare l'attenzione anche su quartieri meno vissuti e meno coinvolti in attività sociali. Il 40esimo anniversario dello sbarco dell'uomo sulla luna vuole anche dimostrare il nostro tentativo di mettere in movimento, allo stesso tempo, la proiezione verso il futuro e il radicamento alle tradizioni. Il 20esimo anniversario della caduta del muro di Berlino sarà al centro di un appuntamento successivo che ancora dobbiamo definire". Il sito ufficiale dell'Estate Romana sarà online da oggi all'indirizzo Estateromana.comune.roma.it.

Caw

© riproduzione riservata