Giovedì 18 Giugno 2009

Scuola;Paritarie, in Lombardia bonus già riduce la retta

Roma, 18 giu. (Apcom) - Si chiama `Dote scuola' il modello di sovvenzione delle scuole paritarie adottato in Lombardia, cui ha fatto riferimento oggi il ministro dell'Istruzione, Mariastella Gelmini, rivendicando la "libertà di scelta" come un "diritto costituzionale". Uno degli istituti non statali che ne usufruisce, alleggerendo la retta dei suoi 540 iscritti, dall'infanzia alle superiori, è il `Collegio della Guastalla di Monza'. La sua adozione viene giudicata dal suo rettore Francesco Valenti, interpellato da Apcom, sicuramente "equa" perché "sostiene una funzione pubblica delle nostre istituzioni educative che realizzano del gran bene ai giovani e al paese". La `Dote scuola' consiste in un contributo regionale, in media attorno ai 1.000 euro l'anno, che non viene assegnato solo agli iscritti alle scuole paritarie, ma anche alle statali. In quest'ultimo caso si traduce in una sorta di `bonus' da spendere sotto forma di materiale didattico, di libri o per l'acquisto di un computer. La concessione della `dote', che in realtà un assegno, è legata alla tipologia di richiesta, che si effettua on line: ne hanno diritto le famiglie che hanno un reddito al di sotto di una certa soglia, gli studenti più meritevoli e coloro che chiedono di andare alle private.

Alg

© riproduzione riservata