Giovedì 23 Luglio 2009

Crisi/ Isae: Nel 2009 circa 300mila posti di lavoro in meno

Roma, 23 lug. (Apcom) - Saranno circa 300mila i posti di lavoro che andranno persi nel corso del 2009. Lo prevede l'Isae nel rapporto 'Previsioni per l'economia italiana, secondo cui "il forte ricorso alla Cig e alle forme di lavoro part-time contribuirebbero ad attutire l'impatto della crisi sui posti di lavoro effettivamente persi, dando invece luogo a una più rilevante flessione del monte-ore lavorate". Il tasso di disoccupazione salirà così al 7,9% quest'anno e al 9,3% nel 2010, "riportandosi su un livello leggermente superiore a quello del 2001". In particolare, "si prevede che nella media del 2009, a fronte di un calo complessivo delle unità di lavoro equivalenti a tempo pieno del 2,7% (pari a circa 664mila unità in meno rispetto al 2008), il numero di persone occupate dovrebbe flettere dell'1,3% (circa 300mila posti di lavoro in meno)". "Per gli effetti di trascinamento e i ritardi con cui il ciclo si riflette sul mercato del lavoro - conclude l'istituto di piazza Indipendenza - la flessione dell'input di lavoro proseguirebbe nel prossimo anno, pur se in misura meno marcata rispetto all'anno precedente (-0,8%)".

Glv

© riproduzione riservata