Giovedì 23 Luglio 2009

Sardegna in fiamme, Generale Massetti: 13 incendi preoccupanti

Roma, 23 lug. (Apcom) - "Oggi è stato il giorno più impegnativo ma domani sarà un altro giorno di fuoco": così il generale Luciano Massetti direttore generale attività aeronautica del dipartimento della Protezione civile, descrive l'inferno di fuoco che sembra essersi scatenato in Sardegna, provocando 2 vittime nel sassarese. Oggi in sequenza da questa mattina fino al pomeriggio sono scoppiati "13 incendi molto impegnativi", a causa delle alte temperature e del vento di scirocco "solo tre sono stati spenti", grazie all'incessante lavoro dei canadair e degli elicotteri dall'alto e da terra delle squadre della protezione civile, impegnata con i vigili del fuoco, e il corpo forestale. "Oggi - spiega il generale ad Apcom - è stato il giorno più impegnativo perchè in Sardegna complici lo scirocco e le temperature elevate sono scoppiati 13 incendi molto impegnativi. Quando - spiega - si chiede l'aiuto della flotta e combattiamo noi dall'alto, l'incendio è di una certa gravità". La zona più colpita è il sassarese, roghi anche nell'olbiese e nel cagliaritano. Siamo al lavoro da 13 ore continue, da stamattina alle 7 - prosegue - ma purtroppo "sono stati spenti pochi perchè la ventilazione tende a farla rinvigorire le fiamme e siamo riusciti a spegnerli, ne abbiamo domati tre". E "domani le previsioni non lasciano tranquilli, anche se si prevede la diminuzione di qualche nodo del vento, la temperatura inizierà a montare. Durante la notte le squadre di terra faranno un lavoro intenso e riusciranno sicuramente a spegnerne qualcuno. Noi partiremo alle prime luci dell'alba e ritorneremo a combattere le fiamme". "Domani - aggiunge il generale - sarà un'altra giornata di fuoco".

Gtu

© riproduzione riservata