Martedì 28 Luglio 2009

Procuratore Agrigento: Molto preoccupato per ospedale

Palermo, 28 lug. (Apcom) - "Ho grande tensione anche io, personalmente: l'ospedale non è un manufatto qualsiasi, ci potrebbero essere problemi per tutti". Lo dice ad Apcom, Renato Di Natale, il procuratore della repubblica di Agrigento che ha chiesto e ottenuto dal Gip il sequestro dell'ospedale 'San Giovanni Di Dio' entrato in funzione appena 5 anni addietro ed in grado di ospitare 400 pazienti. "La struttura può subire collassi in caso di gravi tensioni sulle strutture murarie, se c'è un evento sismico - dice - visto che sia le fondamenta che le strutture portanti sono depotenziate, si può verificare un disastro". Ed è per questo che il Gip ha disposto lo sgombero della struttura entro 30 giorni. "Ci auguriamo che nel frattempo non succeda nulla - prosegue - perché Agrigento è in zona sismica, e in teoria l'ospedale può cadere. Abbiamo visto cosa è successo a l'Aquila o altre situazioni di scuole in altre zone d'Italia. Secondo i rilievi dei nostri consulenti - dice Di Natale che è in ferie - in presenza di evento straordinario potrebbe cadere: è una vicenda vicenda gravissima. Noi - prosegue- l'abbiamo presa in mano mentre altri ci hanno dormito su". Secondo il procuratore di Agrigento quelli che `ci hanno dormito su sono "tutti quelli che dovevano fare i collaudi statici e gli uffici tecnici che dovevano occuparsi della vicenda". Cas

MAZ

© riproduzione riservata