Mercoledì 05 Agosto 2009

In Afghanistan trovato arsenale dei talebani nella zona italiana

Herat, 5 ago. (Apcom) - Armi, esplosivi e razzi sicuramente destinati ad attentati e attacchi contro l'esercito afgano e le forze dell'Isaf-Nato: è un vero e proprio arsenale quello ritrovato oggi in un villaggio a a circa 20 km a sud di Shindad, nella zona occidentale del paese dove la missione Nato è sotto comando italiano. A dare notizia dell'operazione è stato in un comunicato lo stesso Comando Regionale Ovest, che ha precisato che "sono stati rinvenuti ingenti quantitativi di esplosivo, mine e razzi, utilizzabili presumibilmente per la costruzione di ordigni esplosivi da parte degli 'insurgents'", i ribelli talebani. Il ritrovamento "è da inquadrarsi nell'ambito delle attività relative al controllo del territorio", precisa il Comando," svolto congiuntamente alle Forze di sicurezza afghane", attività "volte a garantire la libertà di movimento delle proprie unità ed a ostacolare quelle degli 'insurgents'". Il maggiore Marco Amoriello, capo del servizio di informazioni al pubblico del Comando Ovest, ha sottolineato come queste operazioni congiunte di controllo siano sempre più diffuse ed importanti in vista delle elezioni del prossimo 20 agosto, che hanno provocato una recrudescenza delle attività dei ribelli.

Ape

© riproduzione riservata