Mercoledì 04 Novembre 2009

Musica/ Morandi:In colpa per giovani,abbiamo distrutto l'ambiente

Roma, 4 nov. (Apcom) - "Ogni tanto guardo i miei figli e gli altri giovani e mi sento in colpa". Lo dichiara Gianni Morandi che aggiunge: "Abbiamo distrutto l'ambiente, gli ideali. E anche se adesso stiamo cercando di riparare i danni ormai ci sono stati". Il cantante che domenica torna in tv con lo show 'Grazie a tutti' si racconta al settimale 'Gioia', in edicola domani: "Cantavo perché cantavano i miei. Mi piaceva, ma non era certo il mio sogno. Forse era il mio destino. Ogni tanto mi chiedo: 'Perchè io e non un altro'". E prosegue: "Ho avuto un successo enorme, poi l`ho perso, poi l`ho ritrovato e riperso. Neppure gli anni dell`anonimato, quando nessuno mi si filava più, - spiega - li ricordo come un periodo nero. Forse perché, all`idea che tutto sarebbe finito da un momento all`altro, ero preparato. Me l`aveva messo in testa mio padre. Non ha mai creduto davvero in questa mia carriera. Quando mori avevo già venduto 25 milioni di dischi, avevo 26 anni, e per lui sarei tornato a fare il ciabattino". D'altra parte "ognuno ha i suoi segreti. E se vai a ravanare anche io ho fatto qualcosa di scorretto, ho dovuto difendermi e tirare fuori gli artigli".

CAW

© riproduzione riservata