Venerdì 06 Novembre 2009

Roma, led e fotovoltaici: arrivano i nuovi lampioni del comune

Roma, 6 nov. (Apcom) - La capitale cambia luce dalla classica giallo arancio al bianco del risparmio energetico targato led e fotovoltaico: è stato presentato in Campidoglio il progetto di "innovazione tecnologica e risparmio energetico" per l'illuminazione pubblica con tecnologia Led, che il Comune sta portando avanti in collaborazione con Acea. L'illuminazione a Led - spiega il Comune sul suo sito - è una delle tecnologie più innovative in termini di prestazioni ed economie, un salto netto rispetto alle installazioni attuali. L'uso dei Led consente minori costi di gestione, consumi ridotti e illuminazione più equilibrata e meglio distribuita. Questi i punti di forza della nuova tecnologia: più efficienza energetica (- 51% di consumi, con relativa diminuzione dell'anidride carbonica prodotta); maggiore durata; luce più gradevole e sicura, senza emissione di raggi ultravioletti; assenza di sostanze inquinanti (no mercurio); accensione immediata; resistenza agli agenti esterni (umidità, freddo, vibrazioni, accensioni frequenti); facilità di smaltimento. Nel 2008 c'è stata una prima fase sperimentale, con l'installazione di un numero limitato di lampioni su strade poco trafficate, per evitare conseguenze ai cittadini in caso di guasti, 51 in tutto i punti luce realizzati, su tre vie: 16 lampioni in via Grispigni (XVI Municipio), 20 in via Castel Bottaccio (V Municipio) e 15 in via Cafasso (V). Conclusa la sperimentazione, ora c'è un nuovo progetto nell'ambito del Piano Periferie: su commissione del Dipartimento Lavori Pubblici, Acea ha programmato l'installazione di 361 lampioni a Led, a partire da inizio 2010. Il piano degli interventi coinvolge 16 strade in tre zone urbanistiche di prima importanza. La spesa complessiva è di 1 milione 445 mila euro. La tecnologia Led, oltre ai notevoli risparmi, è destinata ad aumentare la sicurezza nei quartieri. Un obiettivo prioritario per il Campidoglio, che ha già stanziato 3 milioni 800 mila euro per la sicurezza di stazioni e capolinea (878 nuovi punti luce) e ha chiesto ad Acea di aumentare il ritmo delle installazioni, arrivando a collocare 5000 nuovi lampioni entro il 2010 (contro i 2.800 degli ultimi anni). Altra importante novità approvata dalla Giunta, il progetto definitivo per l'illuminazione pubblica alimentata da energia solare. 2 milioni 566 mila euro per portare i lampioni fotovoltaici in tre zone periferiche: Centrone, Saline e Tragliatella. Una rete lunga quasi 10 chilometri, con 408 pali della luce e cinque impianti fotovoltaici per l'alimentazione. Infine, l'avvio di una serie di interventi in "project financing" nel settore dell'edilizia scolastica: in 5 asili nido piano di zona Cesano; piano di zona Romanina; piano di zona Casalfattoria; piano di lottizzazione Torrino; zona "O" Via Mellano è prevista l'installazione di pannelli solari per il riscaldamento e l'acqua calda; e di pannelli fotovoltaici per produrre energia elettrica.

Red/Gtu

© riproduzione riservata