Domenica 03 Maggio 2009

Fermati in Emilia i 2 presunti autori omicidio di un marocchino

Roma, 3 mag. (Apcom) - Sono stati fermati nella notte i due presunti autori dell`omicidio di El Alamine Moustapha, il marocchino 42enne ucciso con due coltellate nella serata di ieri a Sassuolo, nel modenese, di fronte ad un kebab. Gli autori dell'omicidio, entrambi 30enni e clandestini, sarebbero un connazionale, Okaya Mohamed ed un iraqeno, Mohamed Hamid. I due, dopo il delitto, si erano separati dandosi alla fuga ognuno per proprio conto per le vie periferiche del centro cittadino: i carabinieri li hanno rintracciati rispettivamente in via Ancora e in via Radici in Monte e bloccati dai carabinieri che avevano ormai "cinturato" il paese. Le indagini avviate dai carabinieri della compagnia di Sassuolo e del reparto operativo del comando provinciale di Modena hanno consentito di appurare che Okaya, in compagnia di Mohamed, probabilmente dopo un diverbio per motivi connessi al traffico di sostanze stupefacenti per una partita di droga non pagata, armato di un grosso coltello da cucina ha colpito all`addome la vittima con due fendenti. Soccorso da un`ambulanza del 118, l`uomo è però deceduto all`arrivo presso l`ospedale di Baggiovara a Modena. Celibe, viveva in Italia da circa 14 anni. La comunità marocchina residente a Sassuolo, spiegano i carabinieri, appresa la notizia del delitto si è mobilitata fornendo agli investigatori "un apporto determinante per l`identificazione degli autori, consentendone la rapida cattura".

Apa

© riproduzione riservata