Lunedì 04 Maggio 2009

Pirati; Buccaneer, Boniver: No a blitz militare per liberazione

Roma, 4 mag. (Apcom) - Una missione politica e diplomatica di grande rilievo, perché ha consentito incontri di vertice con le autorità somale e ha ribadito la posizione dell'Italia di voler liberare gli ostaggi della nave Buccaneer "senza blitz e senza condizioni". Così Margherita Boniver, inviata speciale del ministro degli esteri Franco Frattini per le emergenze umanitarie, ha definito il suo viaggio in Kenya e Somalia conclusosi ieri, in cui ha potuto vedere sia il vicepremier e il ministro degli Esteri del governo 'federale' somalo, sia "l'intero governo della regione autonoma del Puntland", dove sono stati sequestrati in 16 membri dell'equipaggio del rimorchiatore italiano. "Sulla pirateria", ha detto Boniver, "abbiamo concordato che se si comincia a parlare di blitz o di pagamenti, si rischia da un lato di mettere a rischio le vite umane, come è già accaduto nel caso di una nave francese, mentre se si pagano riscatti, la pirateria rischia di perpetuarsi per 3000 anni". Al di là della crisi del Buccaneer, Boniver ha sottolineato come il suo viaggio sia arrivato in un momento cruciale per la Somalia: "Abbiamo rinsaldato i legami con la Somalia al livello di vertice", ha detto l'inviata speciale di Frattini. "Dopo 18 anni di caos assoluto - ha aggiunto - questi nuovi governi, sia quello federale che quello del Puntland si stanno cominciando ad attrezzare per capire da che parte cominciare a ricostruire il paese". Uno sforzo immane, dato che le uniche fonti di ricchezza nell'ex colonia italiana sono ormai tutte e tre criminali: le licenze di pesca illegali, la pirateria e il traffico di esseri umani verso gli Stati del Golfo e l'Europa. Ma la comunità internazionale sembra dare fiducia allo sforzo dei somali: a Bruxelles, ha ricordato Boniver, il 22-23 aprile la conferenza internazionale dei donatori ha raccolto un terzo in più di fondi rispetto a quelli chiesti dall'Onu: "Un successo straordinario", lo ha definito la responsabile italiana.

Ape

© riproduzione riservata