Giovedì 19 Agosto 2010

Subaru Impreza XV
«crossover sportivo»

Look da crossover e assetto sportivo: è un mix inconsueto quello proposto dalla nuova Subaru Impreza XV, pronta a sfidare la concorrenza nel settore degli sport utility compatti. Allestita sulla base della berlina a cinque porte, si presenta con interni bicolore e motori Euro 5. La Impreza XV (acronimo di «cross vehicle») si riconosce a prima vista per le modanature in plastica di colore nero opaco che proteggono le fiancate e gli archi passaruota, oltre che per il paraurti anteriore più pronunciato, la mascherina di nuovo disegno e l'ampio spoiler che avvolge il lunotto posteriore. Altri elementi distintivi sono i mancorrenti sul tetto e i cerchi in lega da 16 pollici a cinque razze.

All'interno dominano le tonalità calde, con rivestimenti e cuciture in colore marrone a fare da contrasto al nero sui pannelli delle portiere e sui sedili sportivi con poggiatesta integrato. La console centrale ospita il display del sistema audio e di navigazione mentre il volante, rivestito in pelle e regolabile in altezza e profondità, riporta i comandi audio e Bluetooth. Le prese Usb e iPod sono invece nascoste nel mobiletto centrale. A differenza di modelli analoghi, che completano la trasformazione in crossover con un assetto rialzato, la XV adotta una soluzione inedita che privilegia il comportamento dinamico sulle strade asfaltate: altezza da terra invariata, barra stabilizzatrice posteriore e molle più rigide sull'avantreno e sul retrotreno.

Architettura boxer a cilindri contrapposti, cilindrata di due litri e potenza massima di 150 cavalli accomunano i due motori proposti sulla XV, ovvero il 2.0R a benzina (anche in versione bi-fuel a doppia alimentazione benzina-gpl) e il 2.0D turbodiesel con filtro antiparticolato esente da manutenzione. Entrambi i propulsori sono stati aggiornati per ottenere l'omologazione Euro 5, con risultati positivi in termini di consumi ed emissioni: nel ciclo combinato la versione diesel dichiara una percorrenza media di 17,2 km/l, con emissioni di CO2 pari a 152 g/km.

Il tradizionale «effetto calamita» dei modelli Subaru, capaci di muoversi in sicurezza su fondi a bassa aderenza e in qualsiasi condizione meteo, è come sempre affidato alla trazione integrale «Symmetrical Awd» con differenziale centrale e giunto viscoso. Il reparto trasmissione prevede un cambio manuale a 5 rapporti con riduttore «dual range» per la 2.0R a benzina (con l'opzione per un automatico Sportshift a 4 marce) e un cambio manuale a sei velocità per la 2.0D turbodiesel.

I prezzi sono leggermente superiori a quelli delle versioni «normali» in allestimento Trend, l'unico disponibile per la Impreza XV. La dotazione di serie comprende il controllo della stabilità, il cruise control, l'impianto hi-fi con dieci altoparlanti, il climatizzatore automatico e i sedili anteriori riscaldabili. La Impreza XV 2.0R con cambio manuale costa 22.980 euro, mentre la XV 2.0D è in listino a 24.980 euro. La variante Bi-Fuel richiede un assegno di 25.280 euro.

Diego Signorelli

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags