Mercoledì 16 Marzo 2011

Tiguan: cambia
il Suv Volkswagen

La Volkswagen ha svelato in anteprima mondiale al Salone internazionale dell'automobile di Ginevra la nuova Tiguan che, con 572.000 unità vendute, è senza dubbio uno dei modelli più richiesti della gamma della casa tedesca. La nuova veste della «sorellina minore» della Touareg avrà il compito di bissare questo successo, grazie anche alle tecnologie ulteriormente migliorate di cui ora disporrà. Da segnalare subito che la Tiguan continua a essere l'unico Suv del suo segmento offerto sia in versione «onroad», per l'impiego prevalentemente su strada, che in versione «offroad», pensata per un uso più fuoristradistico.

Quali novità arriveranno? Molte riguarderanno la sicurezza come i nuovi sistemi di assistenza alla guida con, tra l'altro, il dispositivo di riconoscimento della stanchezza del guidatore e la gestione automatica degli abbaglianti. Nel dettaglio, il Dynamic light assist e la tecnologia Lane assist (assistenza per il mantenimento della corsia) andranno ad arricchire la gamma degli equipaggiamenti a richiesta. Un'ulteriore anteprima della nuova Tiguan è rappresentata dal differenziale a bloccaggio elettronico trasversale XDS.

Come è noto, un fuoristrada compatto deve il suo successo sia alle sue qualità tecniche sia al suo design marcato e un po' senza tempo. Ma la Volkswagen ha ulteriormente rielaborato le linee del suo Suv, in particolare il frontale e il posteriore sono stati completamente ridisegnati in linea con il nuovo Dna del marchio.

Anche la nuova generazione della Tiguan è disponibile in due versioni con diversi angoli di attacco. Mentre la variante classica, con angolo da 18°, è stata pensata principalmente per la «giungla urbana», la Tiguan dal frontale con un angolo di attacco più ampio (28°) si rivolge a tutti coloro che usano la vettura anche in fuoristrada.

Delle sette motorizzazioni disponibili in Europa, tutte a 4 cilindri sovralimentate a iniezione diretta, tre sono una prima assoluta. I quattro motori benzina TSI erogano una potenza compresa tra i 122 e e 210 Cv. I tre propulsori Turbodiesel TDI sono invece caratterizzati da potenze che vanno da 110 a 170 cavalli. Da segnalare che è confermata, a richiesta, la disponibilità del cambio a doppia frizione DSG a 7 rapporti, uno dei sistemi automatici più efficienti e sportivi sul mercato. Tutte le versioni Tiguan BlueMotion Technology dispongono anche dello start/stop. In questo modo è stato possibile ottenere una riduzione dei consumi fino a 0,7 litri ogni 100 chilometri nel ciclo combinato.

Ciò contribuisce a fare di questa Volkswagen, disponibile con trazione anteriore e, naturalmente, con trazione integrale 4Motion, uno dei Suv più competitivi nella classifica, seguita con molto interesse dai consumatori-automobilisti, del risparmio di carburante. Come detto, la nuova Tiguan è stata svelata al Salone di Ginevra ma Volkswagen ha già annunciato i listini per il mercato tedesco a partire dai 24.175 euro per la versione 1.4 TSI da 122 CV, senza aumenti rispetto all'offerta precedente. La Tiguan è una delle Volkswagen più popolari: è stata e viene venduta in Europa ma anche in Russia, Stati Uniti, Cina, Brasile e Australia.

Daniele Vaninetti

a.ceresoli

© riproduzione riservata

Tags