Giovedì 29 Settembre 2011

Skoda Citigo
ultracompatta

La Skoda entra nel segmento delle ultracompatte con il settimo modello della sua gamma: Citigo, che sarà lanciata nella Repubblica Ceca alla fine di quest'anno per poi debuttare negli altri mercati europei, e in Italia, all'inizio dell'estate 2012.

Dalle prime anticipazioni si sa già, come è ovvio, che con la Citigo, vettura compatta lunga 3,56 metri, la casa automobilistica di Mladá Boleslav lancia la sua offensiva nel segmento A. Attacco in due mosse: prima esordirà la variante 3 porte, mentre la versione 5 porte arriverà nel 2012.

«La Citigo rappresenta uno dei pilastri su cui si basa la strategia di crescita della Skoda e ci consente di entrare in un segmento molto importante», ha dichiarato Winfried Vahland, presidente della Skoda (Gruppo Volkswagen).

«La vettura incarna pienamente la filosofia del marchio, espressa con il claim Simply Clever. Nonostante le dimensioni ridotte, la Citigo offre spazio in abbondanza all'interno dell'abitacolo, è incredibilmente agile e attraente in termini di equipaggiamenti e tecnologie disponibili. È un'auto compatta ed è una vera e propria Skoda: perfetta per il nostro progetto».

Dal punto di vista del design, la vettura presenta un look distintivo con la calandra lamellare inserita all'interno di una cornice cromata e i gruppi ottici dalle linee decise che le conferiscono l'aspetto tipico di una Skoda. Con una lunghezza di 3,56 metri, una larghezza di 1,65 metri e un'altezza di 1,48 m, la Citigo è una delle vetture più compatte del segmento.

Il volume del bagagliaio è pari a 251 litri: un valore che si spinge fino a 951 litri abbattendo i sedili posteriori. La nuova piccola di Skoda si rivolge a una clientela trasversale per età e gusti: dai più giovani alle famiglie in cerca di una seconda vettura per i propri spostamenti, fino ai cosiddetti «Best agers».

In ogni caso, si tratta di persone con un approccio razionale al mondo dell'auto e che desiderano qualità, praticità, design e sicurezza a un prezzo accessibile. «La domanda di utilitarie con consumi ridotti, a un prezzo ragionevole e con costi di gestione contenuti è in continua crescita», aggiunge Vahland, che conclude così: «La Citigo è la risposta a questo trend. Stiamo entrando in un nuovo contesto e la nostra vettura sarà molto interessante per i mercati del Vecchio Continente».

La sicurezza è un tema fondamentale anche a bordo della Citigo. Per la prima volta su una Skoda sono disponibili airbag laterali per la testa e il torace per proteggere sia il conducente sia il passeggero anteriore (su altri modelli della gamma vengono attualmente utilizzati airbag laterali in combinazione con airbag a tendina per la testa): un accorgimento che, insieme ad altri elementi, contribuisce ad elevare il livello di sicurezza passiva, tra i migliori della categoria.

Sul fronte della sicurezza attiva, invece, spicca il nuovo dispositivo di assistenza alla frenata «City safe drive». Il sistema, disponibile a richiesta, si attiva automaticamente a velocità inferiori ai 30 km/h grazie a un sensore laser che individua i potenziali rischi di collisione e interviene di conseguenza.

Insieme alla Volkswagen up!, la Citigo è attualmente l'unica vettura del segmento A equipaggiata con una funzione di frenata d'emergenza. Al lancio, la Citigo sarà disponibile con due motori benzina a 3 cilindri: il 1.0 da 60 cv e quello, più potente, da 75 cv. Il primo fa registrare un consumo medio dichiarato, nel ciclo combinato, di 4,5 litri ogni 100 chilometri, con emissioni di Co2 pari a 105 g/km. Le varianti Green Tec, ancora più parsimoniose, limiteranno i consumi a 4,2 l/100 km.

Daniele Vaninetti

m.sanfilippo

© riproduzione riservata

Tags