Mercoledì 22 Agosto 2012

Verso Parigi/ 4
Nuova Toyota Auris

Sarà una delle reginette del Salone dell'Automobile di Parigi a fine settembre. È la nuova Auris, prodotto-simbolo della nuova strategia di Toyota rivolta in particolare all'affollatissimo segmento C in Europa. Un nuovo modello più dinamico e distintivo, con un equipaggiamento più ricco e dai costi di gestione ancora più bassi rispetto al passato.

La nuova Auris è caratterizzata da un design inedito e maggiormente distintivo, da interni di maggiore qualità, da dinamiche di guida ulteriormente sviluppate e da un'elevata efficienza in termini di emissioni e consumi grazie alla tecnologia full hybrid di Toyota. Con il suo nuovo design sia esterno che interno, si propone oggi come il veicolo più abbassato del segmento C, con i benefici che ne derivano in termini di altezza da terra del baricentro dell'automobile e di piacere di guida.

I benefici derivanti dall'abbassamento della parte anteriore e dalla riduzione di 55 mm dell'altezza totale garantiscono al veicolo prestazioni aerodinamiche da primato per la sua categoria. Il frontale rispecchia il nuovo volto del brand Toyota, unendo il design "Under Priority" della griglia allo stile "Keen Look" dei fari e delle luci di marcia diurne a led (Drl). Altrettanto evidente è il mutamento stilistico nella visione laterale della vettura, con i cristalli laterali suddivisi ora in tre parti e il montante centrale rifinito mentre un'elegante cornice cromata corre lungo tutta la fiancata fino alla zona posteriore, evidenziando, così, una linea di cintura più decisa ed accattivante.

La parte posteriore è caratterizzata da un intreccio di superfici concave e convesse e da un nuovo e più avvolgente design dei fari e del paraurti in grado di rafforzare l'autorevolezza su strada della nuova Auris. Arricchito dal tetto panoramico "Skyview", uno dei più grandi disponibili nel segmento C, il design degli interni offre ancora più spazio, maggiore comfort e nuovi standard di qualità, riuscendo ad ottenere una sensazione da vettura superiore grazie anche alla consistenza dei materiali, dei colori e delle finiture.

I bordi delle bocchette di ventilazione e dei contatori, il rivestimento della consolle centrale e del tunnel della trasmissione, i controlli del climatizzatore e del sistema audio, il rivestimento del pannello delle portiere sono tutti caratterizzati dalla stessa vernice argento satinato. Sugli allestimenti più pregiati, la plancia è rivestita in pelle. All'interno di quest'ambiente estremamente pratico e versatile, il nuovo packaging è stato sviluppato per garantire la migliore posizione di guida possibile, incrementando inoltre di 20 mm lo spazio per le ginocchia dei passeggeri posteriori e di 90 mm lo spazio di carico.

La capacità di stivaggio è pari a 360 litri e il posizionamento della batteria sotto i sedili posteriori consente all'Auris Hybrid di avere la stessa capacità di carico dei modelli convenzionali. Grande attenzione è stata, infine, riservata alla gestione dei pesi. La nuova Auris dispone di un maggiore utilizzo di acciaio ad alta elasticità, in particolar modo nella parte superiore della struttura. Grazie a questo è stato possibile incrementare del 10% la rigidità strutturale del veicolo, ottenendo un risparmio fino a 40 kg del peso totale del veicolo (a seconda della variante), con un effetto positivo sull'abbassamento del baricentro.

Toyota è il primo costruttore ad offrire una scelta tra tre motorizzazioni all'interno del segmento C: alla versione ibrida vengono affiancati due motori diesel - il 1.4 litri e il 2.0 litri - e due motori benzina da 1.33 litri e 1.6 litri. Sviluppata per il mercato europeo, la nuova Auris sarà prodotta presso l'impianto Toyota Motor Manufacturing mel Regno Unito, dove viene assemblata anche l'Avensis, rafforzando, così, la solidità delle attività di Toyota in Europa.

Daniele Vaninetti

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags