Kia Niro, ecocompatibile e sportiva

Il primo crossover nato ibrido

Una vettura piacevole con tanta tecnologia a bordo. Motore 1.6 aspirato (105 cv) a iniezione diretta con motore elettrico aggiuntivo (44 cv). Prezzi da 27.000 euro

Kia Niro, ecocompatibile e sportiva Il primo crossover nato ibrido
La Niro, primo crossover nato ibrido. Una vettura compatta e sportiva con tanta tecnologia e un cuore “verde”

Da Kia ecco Niro, il primo crossover nato ibrido. Una vettura compatta e piacevole su cui la casa automobilistica coreana punta con decisione per conquistare una quota sempre più importante del segmento C, con un brand tutto improntato alla tecnologia e all’innovazione. Una vettura con una doppia anima, al tempo stesso ecocompatibile e performante. Adatta a una clientela che vive in un contesto urbano, che è attenta alle questioni ambientali e che ama curare in tutti gli aspetti il proprio benessere fisico e anche mentale circondandosi di tutto quanto ci può far stare bene. E quindi anche di una vettura che si collochi entro precisi requisiti.

Appena più piccola della ben nota Sportage (4,36 metri di lunghezza, larghezza 1,81, altezza 1,55 metri) ha però un passo addirittura maggiore che consente un’abitabilità interna davvero degna di nota. Lo stesso posizionamento delle batterie ai polimeri di litio sotto il sedile posteriore consente di non sacrificare spazi, neppure quello del bagagliaio (427/1425 litri).

La linea esterna è sportiva quanto basta, con una parte anteriore ricca di personalità e curata nei dettagli e una parte posteriore sviluppato per linee orizzontai, caratterizzata da uno spoiler generoso. Internamente l’abitacolo è lineare e razionale. Buona la qualità dei materiali con finiture satinate, volante e pomolo del cambio in pelle. La plancia ha strumentazioni ben chiare e tutto è a portata di mano con una suddivisione ben definita e di facile intuito delle diverse funzioni.

Lo schermo del dispay da 7 pollici di elevata connettività. Addirittura è ben visibile un albero che rappresenta lo stile di guida di chi è al volante: più si illumina e più ci si avvicina alle condizioni ottimali di una guida “green”. Uno schermo completo delle più moderne connessioni remote Android Auto e Apple CarPlay. L’impianto hi-fi è Jbl di ottima qualità ed è presente nella consolle centrale una comoda ricarica induttiva per smartphone.

Il propulsore principale è il collaudato 1.6 benzina aspirato a iniezione diretta da 105 cv, all’interno della scatola del cambio – automatico doppia frizione a sei rapporti – è posizionato il compatto motore elettrico aggiuntivo, da 32 kW (44 cv): la potenza combinata è di 141 Cv e 265 Nm tra 1000 e 2400 giri. Tutto questo consente un consumo dichiarato di 3,8 litri per 100 km (pari a circa 26,8 km/l), mentre le emissioni di CO2 si fermano a 88 g/km (ben al di sotto dei 95 g/km che verranno richiesti dalle più severe normative che dovrebbero entrare in vigore nel 2020).

Poi in evidenza il pacchetto il corredo di ausili elettronici alla guida presenti di serie o a richiesta, che contribuisce al livello qualitativo di accoglienza e guida offerto dalla Niro. Optionale ma di grande utilità il pacchetto Advanced Driving Assistance che aggiunge frenata autonoma d’emergenza con riconoscimento dei pedoni; il Lane KeepAssist System che assicura soprattutto nei lunghi viaggi la percorrenza in carreggiata mettendoci al riparo dai colpi di sonno e il regolatore di velocità. Da remoto invece il garage virtuale, uno spazio entro il quale la vettura può circolare, con segnalazione nel momento in cui questi parametri non vengono rispettati.

Il prezzo è di 27.000 euro nell’allestimento unico. La vettura è equipaggiatissima e ben pochi sono gli optional: il pacchetto Advanced Driving Assistance (1000 euro); il remote assistence da smartphone a 250 euro, la ruota di scorta (150) e la vernice (bianca a 300 euro, altri colori 600). Ma attenzione, dalle giornate porte aperte Kia del 24 e 25 settembre e per i prossimi due mesi la campagna promozionale offre 2.100 euro di sconto a tutti i clienti, cui si potranno sommare ulteriori 1000 euro per la permuta/rottamazione di una vettura gpl-metano o 2.000 euro per un’auto Ev/hybrid. Insomma una ghiotta opportunità economica per avvicinarsi a una vettura di assoluta avanguardia, che nella miglior tradizione Kia avrà una garanzia standard di sette anni.

Che dire di più? Kia Niro è certamente una vettura inedita che ridefinisce le regole del crossover ma non solo. Bella da guidare e da vivere: secondo le previsioni dei responsabili della casa automobilistica coreana arriverà nei prossimi 12 mesi a una vendita di duemila esemplari. Ma il mercato delle vetture ibride è in continua espansione e quindi Niro è destinata solo a crescere. Nel 2017 sono così previste due nuove versioni: a primavera la plug-in mentre nella seconda metà dell’anno ci sarà la presentazione della vettura totalmente elettrica.

Con questa strategia essenzialmente green Kia – che dal 2011 ad oggi ha più che raddoppiato vendite e quota di mercato – punta a crescere ulteriormente sapendo che la scelta dell’ibrido rappresenta il futuro. E in questo, forti di un pool di 400 ingegneri da anni impegnati sulle tecnologie alternative, si sentono maestri. Se Kia sino ad oggi è stata soprattutto Sportage ora c’è anche Niro, auto destinata a farsi avanti con stile e con la necessaria prepotenza. Perché è un’auto che ha cuore verde e il carattere di chi ama l’ambiente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}