«A Mariano pattuglie di militari»  Sicurezza, sfida della Lega al sindaco
La tenenza dei carabinieri di Mariano

«A Mariano pattuglie di militari»

Sicurezza, sfida della Lega al sindaco

Il Carroccio chiede che la città venga inserita nel progetto “Strade sicure”. Alberti: «È una soluzione reale». Marchisio tace, il suo vice: «Risponderemo in consiglio»

Una mozione per aderire al progetto Operazione “Strade sicure”. L’iniziativa è partita dai consiglieri comunali di Mariano della Lega, Giovanni Alberti e Massimiliano Stigliano, che hanno sottoscritto il testo che verrà discussa in consiglio comunale.

«Per carità: non pensiamo ai carri armati o ai blindati -sgombra subito il campo, Alberti -. Pensiamo all’utilizzo, anche nel Marianese, di militari da affiancare alle forze dell’ordine già presenti sul territorio, per un controllo più severo e costante». I due consiglieri hanno deciso di presentare l’iniziativa, sollecitati dai numerosi fatti di cronaca -in particolare i furti, ma non solo - che si stanno verificando negli ultimi mesi.

«Ho fatto parte per cinque anni, come assessore, dell’amministrazione precedente e attualmente sono nella consulta per la sicurezza e capisco le difficoltà di chi governa nel trovare rimedi a questa situazione. Ma proprio perché le “abbiamo provate tutte”-aggiunge Alberti – perché non esplorare anche questa possibilità che ci viene offerta dal governo?».

La mozione della Lega invita il sindaco, a farsi promotore dell’iniziativa con i “colleghi” degli altri paesi della zona.Chiamata in causa, l’amministrazione, per bocca del vice sindaco Fermo Borgonovo, ha rimandato ogni commento al consiglio comunale. «È la sede opportuna per discutere della mozione -spiega -. Stiamo ragionando sulla proposta».

© RIPRODUZIONE RISERVATA