Addio al fotografo dei canturini  Carlo Ricci vinto dal male a 75 anni
Carlo Ricci aveva 75 anni (Foto by Stefano Bartesaghi)

Addio al fotografo dei canturini

Carlo Ricci vinto dal male a 75 anni

Ex presidente del Circolo “La Pesa”, testimoniò con i suoi scatti tanti eventi in città. Fu anche nei giovanissimi della Pallacanestro. I funerali venerdì alle 10,30 in San Michele

Che si trattasse di un derby con la Pallacanestro Cantù in campo o di una sfilata di carnevale, si poteva star certi che gli occhi azzurri di Carlo Ricci, presidente onorario del Gruppo Fotografico “La Pesa”, fossero dietro l’obiettivo della sua Canon, per immortalare visi e gesti e colori.

Con la sua scomparsa, avvenuta martedì mattina, non è solo esercizio di retorica dire che se ne sia andato un pezzo della città, conosciuto e apprezzato da tanti davvero per la sua ironia, la sua allegria, la sua intelligenza curiosa.

Nato nell’aprile del 1945, 75 anni, secondo dei fratelli Ricci, con il maggiore Gianni, ex assessore e poeta dialettale noto con il nom de plume Jaufré Rudel, e la minore Marina, psicologa che vive a Urbino, città d’origine del padre.

In pensione da una decina d’anni, dopo aver lavorato come rappresentante di generi alimentari. Un anno e mezzo fa circa la scoperta della malattia che l’ha portato via ai suoi cari, e poi le cure, nei mesi difficili della pandemia.

Da alcune settimane era ricoverato all’ospedale Valduce di Como e martedì era potuto tornare a casa dalla sua Nicoletta, da quindici anni moglie amatissima. Gli amici già si stavano organizzando per andare a trovarlo, ma con una telefonata, ieri mattina, è arrivata la peggiore delle notizie.

Accanto a lui, in tutti questi anni, l’amico Nino Monti, conosciuto fin dall’infanzia: «È stato lui ad avere l’idea di cominciare a organizzare i corsi di fotografia, io ero la sua spalla. In sede, alle scuole Tibaldi, al liceo. Era appassionato da sempre. Ci mancherà, con la sua ironia e la sua simpatia».

Tante le altre passioni, dalla musica con la collezione di vinili, fino al basket, da tifoso e da giocatore: alla fine degli anni Cinquanta aveva fatto parte della prima squadra di giovanissimi organizzata dalla Pallacanestro Cantù con Gianni Corsolini. I funerali si svolgeranno venerdì 22 gennaio alle 10,30 nella chiesa di San Michele.

Silvia Cattaneo

ALTRI RICORDI SUL GIORNALE IN EDICOLA GIOVEDÌ 21 GENNAIO


© RIPRODUZIONE RISERVATA