Addio all’ex parroco don Egidio Era il “capitano” del Gs Carimate
CARIMATE - DON EGIDIO BROGGINI (Foto by Silvia Cattaneo)

Addio all’ex parroco don Egidio
Era il “capitano” del Gs Carimate

Aveva 88 anni e ha guidato per 41 la comunità del paese, fondando nel 1972 la società sportiva. Era amatissimo. I funerali fissati per sabato 19 alle 14,30 nella chiesa di San Giorgio

«Avanti senza paura» era il suo motto, da uomo di fede e da alpinista di tutto rispetto.

Per tanti anni ha guardato sempre avanti don Egidio Broggini, scomparso ieri all’età di 88 anni e che da oltre 50 anni era sacerdote in paese.

Lascia dietro di sé nella piccola comunità molte tangibili tracce del suo operato in oltre mezzo secolo, a partire dal Gruppo Sportivo Carimate, creato nel luglio del 1972 con Silvano Radice e di cui ancora era presidente onorario.

Tanto che l’anno scorso, dato che già le gambe non erano più quelle di allora, per la prima volta non sarebbe potuto andare a salutare i piccoli atleti, con l’avvio della nuova stagione sportiva. E allora erano stati loro, ad andare da lui. I carimatesi con i capelli bianchi ancora se lo ricordano quel gennaio del 1969, quando il nuovo giovane parroco arrivato da Canegrate si rimboccò le maniche e si mise al lavoro, sul tetto della chiesa della Madonna dell’Albero e della casa parrocchiale.

Nel 1974 sarà lui a volere i restauri che hanno riportato alla luce l’antico splendore del santuario.

Le esequie

Per questo legame la salma sarà esposta a Santa Maria dalle 7.30 alle 19, mentre il funerale si terrà sabato alle 14.30 nella chiesa parrocchiale di San Giorgio.

«Affidiamo nella preghiera don Egidio alla misericordia del Signore – l’annuncio della Comunità Pastorale San Paolo della Serenza - perché gli doni la luce la pace di chi lo servito con fedeltà nel ministero sacerdotale». Intere generazioni di carimatesi condividono il suo ricordo, perché li ha battezzati, ha impartito la comunione, li ha uniti in matrimonio.

Nel 1970 ha promosso la realizzazione della scuola materna Arnaboldi e per anni ha anche guidato il pulmino, passando a raccogliere i bambini. E poi l’oratorio, la palestra, il restauro della chiesa parrocchiale di San Giorgio. Tanti progetti, guardando sempre avanti. Ha insegnato ai giovani carimatesi ad amare la montagna, organizzando gite e campeggi in quota - la prima volta il 20 luglio 1969, mentre l’uomo sbarcava sulla luna -, lui che è stato per anni il cappellano ufficiale del Club dei 4.000 di Macugnaga.

A metà degli anni Ottanta è stato tra i fautori della protesta conto il progetto di discarica nell’ex cava Porro, finendo due volte a processo per questo.

La lettera

Il suo Gs Carimate ha voluto salutarlo con una lettera: «“Non abbiate mai paura di proseguire quanto abbiano iniziato insieme nel lontano 1972, io sarò sempre con voi.” Era la tua frase con la quale ci consolavi, ci esortavi e ci eri amico. Sarà per sempre la nostra frase Salutarti è doloroso, capire impossibile e, ancora una volta ti chiediamo: “ Aiutaci Don Egidio”. Sarà, per tutti noi, molto più difficile, ma non saremo mai senza di te perché il tuo sorriso ci accompagnerà, ogni attimo passato insieme verrà ricordato ed i tuoi insegnamenti, così semplici, efficaci e amorevoli saranno la nostra guida. Sei fra le braccia del Signore, lassù sopra le tue adorate montagne, continuerai ad amarci e a proteggere la nostra grande famiglia Gs e noi continueremo ad amare te».

Silvia Cattaneo


© RIPRODUZIONE RISERVATA