Alzate, sette cuccioli  abbandonati nei boschi
Alcuni dei cuccioli che sono stati ritrovati sani e salvi a Verzago

Alzate, sette cuccioli

abbandonati nei boschi

Trovati a Verzago e portati in salvo: «Il mio cane Ariel li ha individuati e abbiamo chiamato la polizia locale»

Prima, abbandonati. E poi salvati da un altro cane. È questa la vicenda che, nei boschi in zona Verzago, frazione di Alzate, ha visto come protagonisti sette cuccioli di cane, appena due mesi di vita, nessuno di loro con il microchip, lasciati al loro destino dal loro proprietario in una scatola di cartone, con una coperta inzuppata dalla pioggia dei temporali del giorno prima.

A salvarli, un altro cane, Ariel; il cagnolini, attratti dall’altro animale in passeggiata al guinzaglio, sono sbucati fuori dal loro giaciglio, e si sono fatti subito notare. È stata la polizia locale di Alzate, chiamata sul posto, a raccogliere i sette cagnolini, ora affidati all’Ats di Como. I cuccioli stanno bene e cercano una nuova casa.

È successo mercoledì, come racconta Daniela Colzani. «Mia sorella Elena e mia mamma Mirca erano a passeggiare con Ariel, il nostro meticcio, nella zona di via Giovio, dove una strada laterale conduce nei boschi di Verzago - spiega - A un certo punto, sono saltati fuori alcuni cagnolini».

È stata quindi chiamata la Polizia locale e successivamente l’Ats di Como, a cui sono stati affidati per l’adozione.

(Christian Galimberti)


© RIPRODUZIONE RISERVATA