Ancora furti a Cantù e a Senna  E forzano la tapparella blindata
Una delle stanze messe sottosopra nell’abitazione di via Monte Nero a Cantù

Ancora furti a Cantù e a Senna

E forzano la tapparella blindata

Allarme sicurezza In via Monte Nero sono entrati di notte e hanno messo sottosopra le stanze

Continuano i furti in queste giornate d’autunno, con i ladri che approfittano delle maggiori ore di buio a partire dal tardo pomeriggio. E così, a Cantù, c’è chi ha avuto ragione di tapparelle blindate e doppi vetri.

Per entrare, ribaltare le stanze, e prendersi soldi e macchine fotografiche reflex, da rivendere sul mercato nero. A Senna, poco importa se nelle villette a schiera di via del Gaggio, dall’altra parte del muro, c’era un’altra famiglia. Anche qui, spaccata e fuga. Con un bottino ancora da quantificare: il derubato, al momento, è all’estero in vacanza. Il furto a Cantù, stavolta, è avvenuto a Vighizzolo, in località Giovanico. In una zona abbastanza isolata di via Monte Nero. Dove, come racconta un vicino, ogni sera è una sinfonia di antifurti che scattano. Non nel caso della casa presa di mira dai ladri, che per il momento non ne è dotata. Secondo quanto ricostruito, i ladri sono entrati nella serata di venerdì, quando in casa non c’era nessuno. Di nuovo, dal piano terra, sono riusciti prima a sollevare la tapparella blindata del bagno. E a spaccare il doppio vetro. Dentro, disordine in tutte le camere. Per non farsi mancare niente, anche in salotto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA