Architetto ucciso a Carugo In cella altre tre persone
I carabinieri sul luogo dell’agguato mortale all’architetto Molteni (Foto by archivio)

Architetto ucciso a Carugo
In cella altre tre persone

I carabinieri stanno eseguendo tre ordinanze di custodia cautelare: preso anche il secondo killer.

Nuova svolta nelle indagini sull’omicidio di Alfio Vittorio Molteni, l’architetto ucciso a Carugo lo scorso ottobre con un colpo di pistola esploso all’esterno di casa sua.

I carabinieri del nucleo investigativo di Como e del Ros di Roma stanno eseguendo tre ordinanze di custodia cautelare in carcere per altrettante persone accusate, a vario titolo, di aver fatto parte dell’agguato mortale e di aver messo in atto gli attentati intimidatori e persecutori che avevano preceduto il delitto.

I particolari dell’operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa in Procura a Como, nella mattinata di oggi. Seguite la diretta

Nel marzo scorso i carabinieri avevano proceduto ad altri due arresti, nell’ambito dell’inchiesta sull’omicidio dell’architetto; in cella era finito, in particolare, un 45enne pregiudicato di Cesano Maderno accusato di aver preso parte all’omicidio.

Con il blitz di questa mattina, dunque, i carabinieri dovrebbero essere riusciti a identificare entrambi i presunti assassini di Molteni.

Al momento nulla, però, si saprebbe ancora degli eventuali mandanti dell’omicidio e del movente che ha portato i due killer a tendere un agguato all’architetto sotto casa sua.


© RIPRODUZIONE RISERVATA