Bancarelle, la linea dura funziona  A Mariano paga il 40% dei morosi
L’assessore al Commercio Andrea Ballabio ieri di nuovo al mercato per avvisare chi non è in regola

Bancarelle, la linea dura funziona

A Mariano paga il 40% dei morosi

Altro tour al mercato dell’assessore per le tasse arretrate su suolo pubblico e rifiuti. Che spiega: «Bisogna tutelare chi è in regola, non temo di vedere scendere i banchi da 171 a 140»

Nuovo blitz al mercato del martedì, il secondo nell’arco di una settimana. Puntuale all’apertura della piazza, mentre gli ambulanti allestivano le bancarelle, ieri mattina il neo assessore al Commercio, Andrea Ballabio si è presentato nell’anello di via Kennedy a Mariano.

«Se è in regola coi pagamenti, questo avviso non vale per lei» ha spiegato l’amministratore mentre consegnava a mano a mano, banco dopo banco, operatore dopo operatore, i fogli dove è messa nero su bianco la linea del Comune. «Il prossimo martedì, ossia il 2 luglio, il personale addetto alla vigilanza provvederà a effettuare le operazioni di verifica del pagamento del canone Cosap per gli anni 2018 e 2019. Tutti coloro che non risulteranno in regola, verranno invitati ad abbandonare la postazione e verrà contestualmente avviata la procedura di revoca della concessione (della licenza, Ndr)».

Ribadito quindi il pugno duro dell’amministrazione nei confronti dei morosi del mercato, ossia 40 banchi sulla Cosap e, ancora, 79 bancarelle sulla tassa per lo smaltimento dei rifiuti. «Dopo il primo annuncio, però - spiega Ballabio -, il 40%dei morosi si è presentato negli uffici per mettersi in regola. Non ho paura di passare da un mercato di 171 banchi a uno di 140 Questa operazione, infatti, la facciamo anche nel rispetto di chi, invece, paga tutte le tasse».


© RIPRODUZIONE RISERVATA