“Baru” e la sua scelta  raccontata in QUESTO video  «Bello stare per strada»
CANTU’ - Davide Baruffini. Morto a 42 anni. Qui ritratto con i City Angels di Milano

“Baru” e la sua scelta

raccontata in QUESTO video

«Bello stare per strada»

Il documento è dei City Angels di Milano. È il testamento spirituale di Davide, canturino ucciso a Linate: «Grazie, volontari. Ci fate sentire speciali e importanti»

«È bello essere per la strada». Davide Baruffini, da come lo dice, con il sorriso di sempre, lo pensa davvero. Nel tentativo di correggere un altro senzatetto che, con il terrore nello sguardo, augura a tutti di non finire in piazzale Cadorna, a Milano, al freddo, senza una casa. Il video è stato girato dai City Angels di Milano, amicissimi di Davide, e può essere considerato il testamento spirituale di Baruffini, cresciuto a Cantù, trovato morto a 42 anni all’aeroporto di Linate, mani e piedi e legati da un cavo di fil di ferro. Si indaga per omicidio contro ignoti.

«Così speciali e così importanti non siamo - dice Davide - in una metropoli che di tempo per chi perde tempo ne ha poco». Ma a Davide sembra bastare un tè caldo, i volontari che glielo portano, gli amici, due note suonate dentro il trombone a coulisse, per continuare a sorridere. In queste ore è arrivato il nullaosta dalla Procura di Milano per la cremazione, prevista nei prossimi giorni. Ci sarà anche la sorella, rintracciata dalla famiglia adottiva di Davide.


© RIPRODUZIONE RISERVATA