Botte tra i genitori dei bambini

Sospeso il baby torneo di calcio

Genitori ultras, ci risiamo: l’episodio a Dubino nel match tra Monnet Xenia e Olginatese. Il dirigente marianese: «Ubriachi certi papà». La lezione dei bimbi: sotto le tribune abbracciati

Botte tra i genitori dei bambini Sospeso il baby torneo di calcio
Monnet Xenia categoria Pulcini 2006
(Foto di Lariosport)

Genitori ultras, ci risiamo. Giusto il tempo di iniziare la nuova stagione sportiva ed eccoli subito protagonisti, in negativo, alla prima partita dei propri figli. È accaduto domenica pomeriggio in Valtellina, a Dubino, in occasione di un torneo giovanile riservato alla categoria Pulcini 2006.

Durate la partita tra il Monnet Xenia di Mariano e l’Olginatese, infatti alcuni genitori si sono azzuffati mentre i propri figli stavano giocando una partita di calcio.

A raccontare l’accaduto è Paolo Pizzera, dirigente della squadra Pulcini del Monnet Xenia, domenica in campo al seguito dei suoi ragazzi mentre sugli spalti si scatenava il parapiglia: « Il fattaccio sarebbe stato innescato dalla ripetute offese di alcuni genitori della squadra avversaria, per così dire “alticci”».

Non ci hanno pensato due volte allenatori e dirigenti a interrompere subito la partita, vedendo i bimbi in lacrime, richiamando le squadre a bordo campo. «Di comune accordo con gli altri dirigenti – continua Pizzera - abbiamo deciso di fermare il torneo, che non è poi stato più portato termine, mandando sotto la tribuna tutti i piccoli calciatori, mischiati e abbracciatiti gli uni agli altri, e accolti dall’applauso di tutta la tribuna».

Altri dettagli sul giornale in edicola martedì 20 settembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}