Brenna, manca una maestra di terza
I bimbi parcheggiati nelle altre classi

Avvio di anno scolastico difficile alle elementari: risolto un analogo problema in prima

Brenna, manca una maestra di terza I bimbi parcheggiati nelle altre classi
La scuola primaria di Brenna: un inizio anno difficile

I docenti che accettano l’incarico e poi nemmeno si presentano a scuola, diventano addirittura irreperibili. E mentre i necessari giorni per una nuova nomina passano, ecco che manca un’insegnante per la terza primaria. Con i bimbi costretti, specie nelle ore pomeridiane, a stare nelle altre classi. Con alunni di altre età. Fino a poche ore fa, mancava anche un’insegnante per la prima, trovata comunque dopo due settimane di scuola. Ora in servizio. Non solo. Manca anche un’insegnante e mezzo - numero di ore alla mano - di sostegno per tre classi. «I bimbi sono parcheggiati a scuola: una situazione assurda», dice l’assessore all’istruzione Lucia Ballabio.

L’assessore conferma il malumore che in questi giorni arriva dai genitori. «Rimane la situazione critica della terza primaria - dice - con i bimbi suddivisi in altre classi di altre età. Se non altro, a fare i compiti, quando invece le altre insegnanti, bravissime, provano a dividersi. Ma non si può lasciare il peso della formazione alla buona volontà delle docenti presenti. Mi spiace che la scuola pubblica, in queste circostanze, diventi un parcheggio per i bambini. Senza un’insegnante, è difficile definirla un’attività didattica. E’ il sistema scuola, a livello generale, che non funziona. Assurdo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}