Cantù, addio al celibato

140 in processione

Festeggiamento fuori dagli schemi

Cantù, addio al celibato 140 in processione

Cantù

Un addio al celibato fuori dagli schemi, a base di partitone di calcio a due palloni sul campo da gioco del trofeo Levissima. Sotto la casa del festeggiato, Michele Ferri, San Rock Cafè, alle 13.30 di ieri, si sono presentati in 140. Gli amici avrebbero voluto trasportare il futuro sposo - il prossimo primo ottobre, con Sara, nella chiesa di San Michele - al di sopra di una portantina sostenuta a peso. Niente da fare: il codice della strada non l’ha permesso. Poco male. Michi è stato infilato in una gogna artigianale e portato al campo da calcio di via Andina, di fronte all’oratorio di San Michele, dopo aver attraversato la città. Pomeriggio con megafoni, tiro alla fune, corsa nei sacchi. Applausi al servizio bar

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}