Cantù Asnago, ancora i vandali  Gomme tagliate in via I Maggio
Ancora gomme tagliate a Cantù Asnago. Via I Maggio. (Foto by Christian Galimberti)

Cantù Asnago, ancora i vandali

Gomme tagliate in via I Maggio

Prima una Toyota, poi una 500: una settimana da dimenticare. Il fenomeno, periodicamente, si ripresenta da anni. Esasperati i residenti

Ancora gomme tagliate in via I Maggio, a Cantù Asnago: un episodio si è verificato in queste sere, a danno di una Fiat 500 e, viene riferito, a questo si aggiunge anche un altro vandalismo, avvenuto la scorsa settimana (questa volta ai danni di una Toyota). Prosegue così la lunga serie di pneumatici squartati: un fenomeno che, periodicamente, si ripresenta ormai da qualche anno. Tra i residenti, intanto, cresce sempre più l’esasperazione. In un clima sempre più teso, capita anche che qualcuno venga infastidito per strada. C’è chi sta pensando di raccogliere le firme e di presentare una petizione all’attenzione del Comune di Cantù, anche per avere un maggior numero di telecamere in frazione. A partire da via I Maggio.

«Vogliamo più controlli»

L’altra sera, una residente, rientrata nella sua abitazione, ha parcheggiato la sua auto fuori casa. L’indomani, uscita di casa per una commissione, si è ritrovata con una gomma a terra. Non sgonfia, ma, purtroppo, come è quasi tipico per i residenti della via, con la gomma anteriore sinistra, come poi si è visto, tagliata. Un disagio a cui si aggiunge anche quanto viene detto nel quartiere, a proposito di alcuni avvicinamenti risultati antipatici: persone che, in sostanza, infastidiscono altre persone. In qualche caso, viene aggiunto, anche adolescenti.

Motivo per cui, a maggior ragione, si chiedono sempre più controlli nella strada: una presenza ancor più intensa nella frazione, in particolar modo in quella via, da parte dei Carabinieri e della polizia locale. Che potrebbe, si dice tra i cittadini, avere efficacia deterrente nei confronti di quanto accade in zona. Da non dimenticare che, nei giorni scorsi, sempre a Cantù Asnago, vi era stato l’episodio di una stessa auto vandalizzata due volte in due punti diversi della frazione, in via Combattenti prima, e vicino alla chiesa di San Giuseppe poi: segni nella carrozzeria e specchietto retrovisore laterale divelto. Poi, un tentativo di truffa del finto specchietto rotto, per provare a spillare 100 euro a un’automobilista.

Il precedente di dicembre

Per quanto riguarda le gomme: a dicembre, in una sera, erano state danneggiate ben tre auto, tra via I Maggio e via Combattenti. Una di queste, si è ritrovata con tutti e quattro gli pneumatici a terra.

Alle altre due, stessa tecnica, ma due gomme a testa, sul lato strada. Per un totale di otto pneumatici. Il vandalo, di solito, gira con coltello o punteruolo, soprattutto d’estate.

I danneggiamenti avvenuti, nel corso degli ultimi anni, sarebbero oltre la decina. Sempre in via I Maggio.

Christian Glaimberti


© RIPRODUZIONE RISERVATA