Cantù e il caos per via Daverio chiusa  «Spreco 25 minuti per fare un km»
Tutti in coda verso la città dal cavalcavia di corso Europa

Cantù e il caos per via Daverio chiusa

«Spreco 25 minuti per fare un km»

Scoppia la polemica sui disagi per i lavori in centro. Delfinetti (Lic): «Cantiere elettorale». Replica l’assessore Metrangolo: «Intervento necessario»

Si può impiegare circa un’ora per attraversare la città. O quasi mezz’ora per percorrere appena un chilometro di strada. La situazione sulle strade di Cantù, con il cantiere tra via Daverio e via Saffi che costringe a deviare in vie già congestionate dal traffico, non è semplice.

Traffico in via Como, in via Bengasi, ma anche in via Colombo, via Cavour, via Martin Luther King, e via Manzoni, già al collasso quotidiano di suo. Non solo. Chi riferisce di aver impiegato 55 minuti da corso Europa a via Arconi, verso il confine con Intimiano, dall’altra parte della città. Oppure, tre quarti d’ora per raggiungere la non così lontana Cadorago, sempre da Cantù. E 25 minuti per un chilometro: dalla rotonda tra via Giovanni da Cermenate e corso Europa, alla rotatoria tra via Manzoni e via Grandi.

Vista la vicinanza con le elezioni amministrative di domenica 26 maggio, il tema è entrato nella campagna elettorale. Luca Delfinetti, lista civica Lavori in Corso, attacca il Comune. «Quanto ho vissuto io, mezz’ora per percorrere corso Europa, è un’esperienza purtroppo condivisa - dice - La mia è un’esasperazione da normale cittadino, si chiudono le strade per far vedere che si sta lavorando quando per due anni si è tirato a campare. C’è chi ha impiegato, nei giorni scorsi, un’ora per andare da Mirabello a Senna».

Risponde per il centrodestra l’assessore alla pianificazione viabilistica Antonio Metrangolo, Cantù Sicura: «Parlare è un conto, essere sul pezzo è un altro mandiamo le pattuglie sul posto anche in base a quanto possiamo monitorare con Google Traffic, l’impegno è massimo. Ricordiamo che peraltro sulla Novedratese al momento non c’è un ponte: è in fase di ultimazione. In zona Sant’Antonio c’erano tubi vecchi di decenni. Con i lavori avremo una città più bella».


© RIPRODUZIONE RISERVATA