Cantù, esposto in Procura  «Papà era alla Vivaldi  Ditemi com’è morto»
Giovanni Battista Verduci, morto a 69 anni l'11 aprile 2020, nella Rsa Vivaldi di Cantù dove era ospite dal 9 febbraio. Cantù. (Foto by Christian Galimberti)

Cantù, esposto in Procura

«Papà era alla Vivaldi

Ditemi com’è morto»

Il figlio di un ospite della casa di riposo di Fecchio. «Non aveva niente, chiedo di sapere cosa è successo». La Rsa: «La famiglia è sempre stata tenuta informata»

La foto nel giorno della festa del papà: un sorriso, una scritta colorata tra le mani, qualcosa di indefinibile negli occhi. Ora, una richiesta: «Chiedo di sapere come è morto mio padre». E’ quanto pretende Andrea Verduci, il figlio di Giovanni Battista Verduci, 69 anni, morto la vigilia di Pasqua alla Rsa Vivaldi di Cantù, dove era ospite dal 9 febbraio.

«Nella settimana precedente al decesso, le informazioni da parte della Rsa sono state confuse e incoerenti», afferma. Verduci ha presentato un esposto inoltrato anche alla Procura di Como. Replica della Rsa: «Ai familiari è stata sempre garantita l’informazione, in modo tempestivo, sulle condizioni e su ogni evidenza clinica». Alla Vivaldi sono morti 13 anziani in una settimana.


© RIPRODUZIONE RISERVATA