Cantù, faccia a faccia con i ladri  «Adesso basta, siamo esasperati»
Via Rencati: in questa zona il faccia a faccia e l’inseguimento dei ladri da parte dei residenti

Cantù, faccia a faccia con i ladri

«Adesso basta, siamo esasperati»

Quarto tentativo in via Rencati: erano incappucciati e con guanti in lattice

Trovarsi i ladri in giardino. E reagire. Stavolta i residenti di via Rencati, al quarto tentativo subito nella stessa abitazione, hanno deciso di lanciarsi all’inseguimento dei malviventi.

In due, arrivati di sera con volto coperto da cappellino e cappuccio, e guanti azzurri in lattice per non lasciare impronte digitali, i ladri sono fuggiti come dei fulmini.

Nelle poche ore di sole viste tra un giorno di pioggia e l’altro, le effrazioni sono state diverse. Si è registrato, infatti, un altro furto in via Concordia, con alcuni attrezzi di lavoro spariti. E, fuori città, a Capiago Intimiano, un terzo episodio. In via Rencati a Cantù il tentativo è andato in scena verso le 21.45, vicino alla Tabu, la nota azienda di tranciati di legno.

«Erano due persone con la carnagione chiara - racconta la ragazza di 24 anni, in quel momento in casa con i suoi familiari - appena abbiamo visto le luci del giardino accendersi ci siamo affacciati. E abbiamo visto questi due. Uno faceva il palo, l’altro stava per scavalcare».

La gente ha paura e chiede controlli: «Adesso basta siamo esasperati»


© RIPRODUZIONE RISERVATA