Cantù, furti anche in periferia  Ladri acrobati e banda dei garage
Tentato furto con danneggiamento in via Maroncelli, nella frazione canturina di Vighizzolo di Cantù

Cantù, furti anche in periferia

Ladri acrobati e banda dei garage

Un colpo tentato in via Maroncelli e uno riuscito in via Baracca, sempre a Vighizzolo

Una frazione, Vighizzolo, e due incursioni, tra ladri acrobati e banda dei garage. Lei, 76 anni, era all’ospedale, dal marito ricoverato in reparto.

Quando sono arrivati, l’altro pomeriggio, i ladri acrobati. Dopo essersi arrampicati sul balcone, hanno danneggiato un paio di finestre.

E hanno ribaltato la camera. Se ne sono dovuti andare a mani vuote, perché visti da un vicino. A cui si sono rivolti sfacciati, quando gli è stato chiesto se abitassero lì: «Ma a lei cosa interessa?”. Inoltre, in via Baracca, i ladri sono riusciti a entrare in un box per rubare biciclette e materiale da sci: circa 6mila euro di bottino. Non solo hanno beffato la videosorveglianza, in funzione in diversi angoli della casa e anche in un secondo garage: si pensa che abbiano usato una microtelecamera per vedere il contenuto del box, e poi procedere con il taglio del portellone.

Il primo episodio risale al tardo pomeriggio di ieri, in via Maroncelli, zona di via Rossini, dietro via Fossano e viale Italia.

A subire un’altra visita, un fisioterapista. «Ero fuori città, al mio rientro, da uno dei miei box, sono sparite due biciclette, scarponi e sci».

Andrea Lapenna, presidente della commissione consiliare sicurezza, Forza Italia, ricorda come dietro i furti vi siano bande organizzate. «Gente esperta che arriva da fuori: speriamo che vengano presi, anche se non è facile».


© RIPRODUZIONE RISERVATA