Cantù, i video incastrano il vandalo  Una donna distruggeva le fioriere
La donna inizia a sradicare i fiori, ignara di essere ripresa: è già a metà dell’opera

Cantù, i video incastrano il vandalo

Una donna distruggeva le fioriere

È stata ripresa durante l’ultimo blitz in un vicolo che sbocca su via Matteotti: si tratta di una sessantenne con problemi. La polizia locale ha rinunciato a denunciarla

È stata individuata grazie alle telecamere della videosorveglianza la persona che ha vandalizzato, in queste sere, più volte, svariate fioriere in centro a Cantù.

Si tratta di una donna, una sessantenne, residente in via Matteotti, con problemi personali, tali da considerarla un soggetto debole. Aspetto che, quantomeno, non le impedirà il minimo dovuto, ovvero una ramanzina da parte della polizia locale di Cantù. Che, anche con senso di umanità, ha deciso di non denunciare la donna per atti vandalici.

Si sta valutando se contestarle, ad ogni modo, la sanzione amministrativa che vale per chiunque danneggi le aiuole: 350 euro. Ma è probabile che, nel suo esclusivo caso, si tenderà a chiudere un occhio.

Le telecamere hanno ripreso la donna al termine dell’ennesima nottata trascorsa per il centro a rovinar fioriere. In questo caso, in uno dei vicoli nelle vicinanze di via Matteotti. Dove una delle telecamere della videosorveglianza ha però immortalato l’intera scena.

E seera stato il segretario dell’Associazione nazionale carabinieri di Cantù nonché ex assessore alla sicurezza per la civica Lavori in Corso Paolo Cattaneo, a sottolineare come sia difficile impedire atti di questo tipo con le sole telecamere, è ora l’assessore alla sicurezza Antonio Metrangolo, Cantù Sicura, a sottolineare come anche questo caso dimostri l’utilità degli occhi elettronici. «Le telecamere si sono rivelate utili anche questa volta - dice Metrangolo - come si evince dalla situazione, non è che dormiamo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA