Cantù, il Comune manifesta in rete
contro la ’ndrangheta

Rinviata la manifestazione in piazza nella Giornata dedicata alle vittime, ma il sindaco e gli assessori, in un video messo su Facebook, esprimono il “no” della città. GUARDA IL VIDEO

Cantù, il Comune manifesta in rete contro la ’ndrangheta
La manifestazione “Un caffè contro le mafie“, andata in scena in piazza Garibaldi a Cantù il 24 marzo del 2019

E poco importa se, a causa dell’emergenza sanitaria di queste settimane, il divieto di assembramento ha causato la sospensione della giornata antimafia con le scuole in piazza Garibaldi.

Dal Comune di Cantù è arrivato un video, girato in casa e diffuso sui social, un’inquadratura a testa, con tutta la Giunta protagonista, a partire dal sindaco Alice Galbiati: «21 marzo 2020: anche da casa, Cantù dice no alle mafie».

https://www.laprovinciadicomo.it/videos/video/cantu-no-alle-mafie_1045028_44/

L’assessore alla sicurezza Maurizio Cattaneo ha letto in una lunga diretta Facebook i nomi delle vittime di mafia. Infine, il Comune ha dato una prima conferma a quanto chiesto dalla Consulta permanente per la sicurezza e la legalità: in caso di risarcimento danni in sede civile per il processo di ’ndrangheta - i pestaggi in zona piazza Garibaldi - la cifra verrà girata alla Consulta per iniziative antimafia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Documenti allegati
Eco di Bergamo Cantù, no alle mafie
True