Cantù, in piscina come al lido  Inizia la stagione di tuffi e tintarella
La piscina esterna con gli scivoli al centro sportivo Forus (Foto by Archivio)

Cantù, in piscina come al lido

Inizia la stagione di tuffi e tintarella

Dalle 9 di giovedì 10 giugno aprono al pubblico le vasche esterne e gli scivoli

La piscina all’aperto riapre oggi. Con una gestione nuova. Dalle 9 di giovedì 10 giugno, la piscina comunale di Cantù, già ribattezzata dallo stesso privato centro sportivo Forus dal nome del colosso spagnolo che si occuperà della gestione, accoglierà i primi bagnanti. All’orizzonte, il primo weekend senza scuola, dato che le lezioni sono finite l’altroieri. Se il meteo terrà, potrebbero essere giornate buone per un bagno. Aspettativa mantenuta, scadenza, che si era data la stessa Forus, rispettata: 10 giugno, si era detto, e oggi - come è stato confermato alla vigilia - si parte. Forus, tramite la sua controllata italiana Prime Srl, subentrata in affitto di ramo d’azienda alla concessionaria, la veronese Sport Management - che per le chiusure imposte dal Covid, attraverso la procedura concorsuale di concordato preventivo, sta cercando di non fallire - opererà su tutto il territorio italiano. Forus, nata nel 2010, si dedica anche alla costruzione, oltre che alla gestione, di impianti sportivi. In Spagna e Portogallo, l’azienda gestisce 34 centri sportivi con più di 250mila utenti, 2mila e 500 dipendenti e 400mila metri quadri di strutture. In Italia, l’avventura di Forus partirà con la gestione di 18 impianti. Tra cui, appunto, Cantù. Il lido estivo dell’impianto di via Giovanni XXIII comprende una piscina da 25 metri, uno spazio ludico con tre scivoli e una piscina dedicata ai più piccoli. La piscina sarà aperta dal lunedì alla domenica, dalle 9 alle 19. Lunedì, mercoledì, giovedì fino alle 20: nell’ora in più, solo per nuoto libero. La segreteria: da lunedì a venerdì, dalle 9 alle 19.30, il sabato e la domenica dalle 9 alle 18.30. Da oggi, via anche alle adesioni per iscrizioni ai corsi di nuoto collettivi e individuali e ai corsi di ginnastica in acqua. Per entrare nell’impianto sarà necessario, ad ogni accesso, compilare l’autocertificazione. Telefono: 031-.488.30.10. Alla vigilia non sono state comunicate le tariffe. Lo scorso anno, per un feriale, l’intero era 9 euro, il pomeridiano - dalle 14 - 7 euro, il ridotto - under 3, over 65, disabilità superiore all’80% - 5,70 euro, il ridotto pomeridiano 4,50 euro. «Siamo contenti - commenta l’assessore al patrimonio Matteo Ferrari - Avevamo chiesto loro questo impegno per aprire il 10 giugno e gli sforzi hanno premiato tutti. Devo dire che anche Sport Management e il terzo subentrante si sono dati da fare per trovare una soluzione e riaprire quanto prima il centro». «Abbiamo sempre chiesto un’apertura il prima possibile, sono stati effettuati alcuni lavori, un po’ di manutenzione. Speriamo in una stagione estiva che possa allietare la comunità canturina e il bacino di utenza che si rivolge a Cantù. La collaborazione nasce con buoni propositi, il Comune c’è e vigilerà su tutto, anche se il nuovo operatore sta dimostrando dall’inizio la sua seria volontà di garantire e migliorare il servizio».

(Christian Galimberti)


© RIPRODUZIONE RISERVATA